Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Che spettacolo Fognini, De Minaur travolto in tre set

Fabio azzecca la partita perfetta: 6-4 6-3 6-4 sull’australiano per volare agli ottavi dove incrocia Nadal

Dopo Matteo Berrettini, anche Fabio Fognini si qualifica per gli ottavi di finale dell’Australian Open battendo in tre set l’idolo locale Alex De Minaur per 6-4 6-3 6-4 in 2 ore e 8 minuti. E’ stata una delle migliori partite giocate in carriera da Fognini. E’ la seconda volta nella storia delle 109 edizioni del torneo che due azzurri approdato agli ottavi di finale. La prima volta era accaduto nel 2018 allo stesso Fabio Fognini e Andreas Seppi. Nell’era Open era accaduto altre 6 volte, ma sempre sulla terra del Roland Garros (1972, 1973, 1975, 1976, 2018 e 2020).

La partita

—  

I primi problemi sono per Fognini che si salva nel quinto game da 15-30 e nel settimo gioco da 30 pari. L’australiano invece fila più liscio nei turni di battuta lasciando solo un 15 a game. Con le palle nuove De Minaur piazza il primo ace dell’incontro, ma commette anche il primo doppio fallo che lancia l’azzurro avanti 15-30. Con un gran passante di dritto incrociato, Fabio si procura le prime palle break del match e dopo 28 minuti il ligure va a servire per chiudere il primo set. Due errori di Fognini, soprattutto il secondo di rovescio dopo aver dominato lo scambio, mandano De Minaur avanti 0-30, e poi 0-40, quando il nastro ferma il dritto lungolinea anomalo di Fognini. All’australiano basta la prima chance, concretizzata dall’errore di rovescio di Fognini che restituisce immediatamente il break di vantaggio. Fabio però non ci sta: con due vincenti da urlo (una dritto incrociato da fuori campo alla Sampras e un rovescio lungolinea) si procura il primo set point che spreca mettendo in rete con il dritto. A rete però si procura un secondo set point al termine di un punto costruito alla perfezione e alla fine De Minaur cede un game strepitoso dell’azzurro.

Il secondo set

—  

Con una spettacolare volée di rovescio, nel primo game del secondo set Fabio cancella una pericolosa palla break e poi sale 1-0. L’azzurro cresce, l’australiano alterna ottimi recuperi o banali errori dal fondo, soprattutto con il dritto lungolinea. Fabio è sempre più attento e gioca un sesto game spettacolare operando il break che lo lancia avanti 4-2. Di Minaur non trova la profondità necessaria per impensierire Fognini che con un grande rovescio lungolinea arriva alla palla del 5-2 trasformata con il secondo ace del match. Fabio ha in mano la partita e lo si vede chiaramente quando è chiamato a servire per il secondo set, avanti 5-3. Il ligure disegna il campo in modo perfetto, spazzola le righe, raggiunge il set point con l’ennesimo rovescio vincente lungolinea e poi chiude costringendo all’errore De Minaur con il dritto. Sembra un kot, tanto è in bambola l’australiano e quanto è sempre al centro del campo l’azzurro.

Il terzo set

—  

Fognini spinge ancora, fa il break in apertura di terzo set e poi raddoppia salendo 4-1. Sul 5-2 Fabio va a servire per il match, recupera da 0-30, manca due match point e finisce per cedere per la seconda volta la battuta. Fabio cala, De Minaur si rifà sotto sul 5-4, ma l’azzurro vede il terzo match point che questa volta trasforma con un servizio vincente al centro. Per Fognini è l’ottava qualificazione agli ottavi di finale in un torneo dello Slam: il ligure c’è riuscito 4 volte all’Open d’Australia (2014, 2018, 2020 e 2021), 3 volte al Roland Garros (2011 con i quarti, 2018 e 2019) e una volta all’Open degli Stati Uniti (2015). Mai a Wimbledon. Il record italiano è di Nicola Pietrangeli, per 16 volte tra i primi 16 in una prova dello Slam. Domenica Fognini è atteso dalla supersfida con Rafael Nadal che ha battuto in tre set Cameron Norrie.

I precedenti

—  

Sarà la 17esima sfida tra i due con un bilancio di 12 vittorie a 4 per Nadal. Fognini ha superato Nadal a Rio de Janiero, Barcellona e all’Us open 2015 recuperando addirittura due set di svantaggio e a Monte Carlo 2019. Sul cemento all’aperto il bilancio è 6 a 1 per lo spagnolo.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *