Viva Italia

Informazione libera e indipendente

“Cesena Sport City, si apre il concorso”


Ieri in Comune il coordinatore. Lorenzo Tersi, il sindaco Enzo Lattuca e. la mezzofondista Margherita Magnani
Ieri in Comune il coordinatore. Lorenzo Tersi, il sindaco Enzo Lattuca e. la mezzofondista Margherita Magnani

di Luca Ravaglia “Porteremo Cesena tra le dieci migliori città italiane a livello di strutture e servizi a tema sportivo”. È la promessa che Lorenzo Tersi, coordinatore del comitato strategico di ’Cesena Sport City’ mette sul tavolo davanti al sindaco Enzo Lattuca. L’occasione per cambiare radicalmente passo in effetti è sia concreta che attuale ed è racchiusa nel faldone col quale l’amministrazione comunale si appresta ad avviare il concorso di progettazione che disegnerà il futuro assetto della città, con la realizzazione di macro aree interconnesse da una rete di piste ciclo pedonali e ospiteranno strutture sportive, ma anche servizi e tutto ciò che servirà agli…

di Luca Ravaglia

“Porteremo Cesena tra le dieci migliori città italiane a livello di strutture e servizi a tema sportivo”. È la promessa che Lorenzo Tersi, coordinatore del comitato strategico di ’Cesena Sport City’ mette sul tavolo davanti al sindaco Enzo Lattuca.

L’occasione per cambiare radicalmente passo in effetti è sia concreta che attuale ed è racchiusa nel faldone col quale l’amministrazione comunale si appresta ad avviare il concorso di progettazione che disegnerà il futuro assetto della città, con la realizzazione di macro aree interconnesse da una rete di piste ciclo pedonali e ospiteranno strutture sportive, ma anche servizi e tutto ciò che servirà agli atleti per godere appieno delle potenzialità e dei benefici dell’attività fisica.

Il concorso di progettazione verrà avviato il 3 maggio: “Partiamo da un punto di forza – riflette Lattuca – e cioè dal contributo di un milione di euro riconosciutoci dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito del programma ’Italia City Branding 2020’. È la somma che verrà corrisposta allo studio di progettazione che si aggiudicherà il concorso”.

A fronte di un milione di euro stanziato per la progettazione, il Comune prevede la realizzazione di opere per un valore di circa 16 milioni. Fondi che anche in questo caso l’amministrazione comunale conta di reperire attraverso bandi e richieste di contributi. “Andiamo controtendenza – aggiunge l’assessore allo sport Christian Castorri – scegliendo di investire 60mila euro aggiuntivi da destinare ai primi cinque studi classificati. Il primo premio vale 25mila euro”.

L’intento è essere pronti con l’avvio dei cantieri nel 2023, puntando su spicchi di città già ben definiti: l’asse portante sarà quello delle aree dell’Ippodromo e di Case Gentili, alle quali si aggiungeranno Villa Chiaviche e il quartiere Fiorenzuola, per poi chiudere il cerchio con Pievesestina e Le Vigne, che avranno un impatto minore.

“Avviare questo progetto – rilanciano Lattuca e Castorri – non significa mettere in secondo piano le immediate richieste delle società sportive. Lavoriamo per dare risposte concrete in tempi rapidi, già a partire dalle prossime settimane. Con la precisazione che nel 2021, abbiamo messo a bilancio 200mila euro per lavori di manutenzione del Carisport, per il quale a giorni uscirà il nuovo bando di gestione, e 450mila euro per interventi in altre strutture cittadine”.

La carne al fuoco è tanta: la cittadella del basket a Cesena Fiera, la copertura di un campo da basket nella zona del Mini Palazzetto e interventi sulla pista di atletica per realizzare spazi per gli allenamenti indoor. Capitolo a parte invece per la piscina, che rientrerà nel più ampio piano di progettazione e che dovrà essere demolita e ricostruita.

“Sono una cesenate doc – chiude Margherita Magnani, mezzofondista ospite della presentazione – e grazie a questa città ho avuto la possibilità di muovere i primi passi verso un cammino fatto di sette campionati italiani vinti, la partecipazione a cinque mondiali e a un’olimpiade. Ora che sono anche consigliera nazionale della federazione di atletica mi rendo conto ancora di più di quanto alto sia il valore che rappresenta lo sport per una comunità, ben oltre i riferimenti per i soli agonisti. In ballo ci sono il benessere psicofisico per tutte le fasce di età e la coesione sociale. Cesena è decisamente sulla strada giusta”.

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *