Viva Italia

Informazione libera e indipendente

#Casabase: grandi storie di montagna sul piccolo schermo

Ninì Pietrasanta. Fonte: TFF

Dal 2 luglio al 20 agosto tutti i giovedì su RTTR: otto film protagonisti delle scorse edizioni del Trento Film Festival, introdotti in studio da otto diversi ospiti, per raccontare con immagini e parole la storia della più antica rassegna internazionale di cinema e culture di montagna

Dal 1952 il Trento Film Festival racconta la montagna attraverso immagini, suoni e parole: storie memorabili di imprese alpinistiche e grandi avventure, ma anche storie minute di genti di montagna, spesso silenziose e sconosciute, talvolta dimenticate. Fin dalla sua fondazione, Trento e il suo festival diventarono il punto di riferimento nel mondo dell’alpinismo e del cinema di montagna: in un’epoca non ancora segnata dai mezzi di comunicazione di massa, il Film Festival era l’unico luogo nel quale ascoltare queste storie, dalla viva voce dei protagonisti o attraverso le immagini trasmesse sui grandi schermi del cinema e del Teatro Sociale. Dopo quasi settantanni, continuando a trasformarsi per rimanere sempre al passo coi cambiamenti culturali, sociali e tecnologici, il Trento Film Festival non ha smesso di essere la capitale mondiale del cinema di montagna.

Purtroppo però molti film e documentari protagonisti della rassegna difficilmente sono rimasti a disposizione del pubblico. Solo di recente, grazie alla diffusione delle piattaforme di streaming, molte opere che passano al Trento Film Festival hanno mantenuto la possibilità di essere viste e apprezzate tutto l’anno. Il lockdown legato all’emergenza sanitaria ha sicuramente contribuito a modificare radicalmente i modelli di fruizione delle opere cinematografiche, e i primi a fare i conti con questa trasformazione sono stati proprio i Festival di cinema, che nella TV e nello streaming web hanno trovato nuovi alleati per rimanere, pur a distanza, abbracciati al proprio pubblico.

Ora, grazie alla virtuosa collaborazione con RTTR, otto film protagonisti delle scorse edizioni del Trento Film Festival, introdotti in studio dalla direttrice del Festival Luana Bisesti e da otto diversi ospiti, racconteranno al pubblico la storia della più antica rassegna internazionale di cinema e culture di montagna.

La trasmissione, condotta dalla direttrice di RTTR Marica Terraneo, riprende il titolo della campagna lanciata dal Trento Film Festival durante il lockdown, #Casabase: un modo per permettere al pubblico di viaggiare con la mente, anche quando spostarsi era purtroppo impossibile e le abitazioni erano diventate un vero e proprio “campo base” per le imprese dell’immaginazione e della fantasia. Ma anche ora che la montagna è tornata a essere un luogo da vivere, rimane inalterato il potere dell’arte cinematografica di far conoscere storie di luoghi vicini e lontani, e la forza della TV di portare queste storie nelle case di tutte/i.

#Casabase andrà in onda tutti i giovedì dal 2 luglio al 20 agosto, alle ore 21.00, con replica alle 15.00 della domenica, e sarà visibile anche in live streaming sul sito www.radioetv.it . La visione televisiva è limitata alla regione Trentino Alto Adige, mentre lo streaming dal sito web è disponibile su tutto il territorio nazionale..

La prima puntata giovedì 2 luglio

Film “Nini”. Fonte: TFF

Si parte giovedì 2 luglio con una puntata dedicata alla sezione principale del Trento Film Festival, il Concorso internazionale. In studio la direttrice del Festival, Luana Bisesti, e Daniele Ietri Pitton, produttore del film protagonista di questa prima puntata, il bellissimo Ninì (di Gigi Giustiniani, Italia / 2014 / 65′), che nel 2015 conquistò la Genziana d’Oro del CAI come miglior film d’alpinismo.

L’opera di Gigi Giustiniani racconta la vicenda di Gabriele Boccalatte e Ninì Pietrasanta, che nell’estate del 1932 si incontrarono sul Monte Bianco e, scalando insieme, si innamorarono. Da allora fino al 1936, l’anno in cui si sposarono, vissero la loro grande stagione alpinistica e aprirono, come compagni di cordata, alcune delle vie più difficili delle Alpi. Per tenere traccia delle loro imprese iniziarono a scrivere diari e a fare fotografie. Ninì, una delle pochissime donne alpiniste di quegli anni, portava con sé in parete anche una cinepresa 16mm. Nel 1937 nacque il loro figlio Lorenzo e nel 1938 Gabriele morì tragicamente, cadendo da una parete. Ninì abbandonò l’alpinismo estremo per continuare la sua vita di madre. Qualche anno dopo la morte di Ninì, avvenuta nel 2000, il figlio Lorenzo ritrovò in un baule le immagini girate dalla madre.

Gabriele Boccalatte. Fonte: TFF

Il Concorso è la sezione più importante del Trento Film Festival, quella nella quale la Giuria internazionale assegna le Genziane d’oro (Gran Premio Città di Trento, Gran Premio Città di Bolzano come miglior film d’avventura e esplorazione e Premio CAI come miglior film d’alpinismo) e d’argento. Dal 1952 con Cimes et Merveilles del grande Samivel (Francia), al 2019 con La Grand-Messe di Valéry Rosier e Méryl Fortunat-Rossi (Belgio, Francia), sono tantissime le opere e i registi premiati. In questa 68. edizione (27 agosto – 2 settembre) saranno 25 le opere in gara per le Genziane d’Oro e d’Argento: 14 lungometraggi e 11 cortometraggi, di cui 14 anteprime italiane e 2 anteprime internazionali, provenienti da 16 paesi diversi.

Programma delle puntate successive

  1. Puntata – giovedì 9 luglio
    Alp&Ism
    C’E’ PANE PER I TUOI DENTI (di Lorenzo Pevarello, Italia / 2009 / 52′)
    In studio: Luana Bisesti e Anna Facchini (Presidente SAT)
  2. Puntata – giovedì 16 luglio
    Orizzonti vicini
    PUNTA LINKE – LA MEMORIA (di Paolo Chiodarelli, Italia / 2014 / 68′)
    In studio: Luana Bisesti e Franco Nicolis (direttore Ufficio beni archeologici – PAT)
  3. Puntata – giovedì 23 luglio
    Terre alte
    ENTROTERRA. MEMORIE E DESIDERI DELLE MONTAGNE MINORI (di Andrea Chiloiro, Matteo Ragno, Riccardo Franchini, Giovanni Labriola, Italia / 2018 / 58′)
    In studio: Luana Bisesti e Annibale Salsa (Presidente del Comitato Scientifico di tsm step Scuola per il governo del territorio e del paesaggio)
  4. Puntata – giovedì 30 luglio
    Proiezioni speciali
    LA MONTAGNA DI DON GUETTI (di Jorge Lazzeri del Sordo, Italia / 2012 / 52′)
    In studio: Luana Bisesti e Renzo Tommasi (storico della cooperazione)
  5. Puntata – giovedì 6 agosto
    MuseDoc
    L’ARITMETICA DEL LUPO (di Alessandro Ingaria, Italia / 2018 / 38′)
    In studio: Luana Bisesti e Paolo Pedrini (MUSE)
  6. Puntata – giovedì 13 agosto
    Proiezioni speciali Montura
    IT’S MY HOME FOR THREE MONTHS – BIKE THE HISTORY (di Alessandro De Bertolini, Lorenzo Pevarello, Italia / 2018 / 64′)
    In studio: Luana Bisesti e Alessandro De Bertolini
  7. Puntata – giovedì 20 agosto
    Premio del pubblico miglior film di alpinismo | Rotari
    THIS MOUNTAIN LIFE (di Grant Baldwin, Canada / 2018 / 78′)
    In studio: Luana Bisesti e Sara Zanatta

Fonte: mountainblog.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *