Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Carburante sostenibile per la Formula 1: nuova speranza per i motori endotermici?

Anche il settore del motorsport è impegnato nella riduzione dell’impronta di carbonio, ragion per cui è in fase di sviluppo un carburante ecocompatibile per alimentare le vetture. Secondo il responsabile tecnico della Formula 1, Pat Symonds, questo potrebbe trovare applicazione anche nei veicoli urbani.

Per chi non lo sapesse, già adesso le vetture di F1 usano un carburante diverso, una miscela denominata E10, composta al 10% da etanolo per ridurre l’impatto ambientale delle gare. Secondo le parole del responsabile tecnico, però, entro il 2026 la nuova miscela renderà le emissioni neutre.

L’obiettivo è quello di pareggiare l’anidride carbonica risparmiata o riassorbita nella produzione del carburante con quella emessa durante competizioni. Il tutto in vista di un raggiungimento delle “zero emission” entro il 2030.

In particolare, Aramco sta collaborando ai test su 39 diverse miscele per comprenderne la sostenibilità e la capacità di alimentare adeguatamente i motori. Per i test, infatti, viene usato un singolo cilindro della Formula 1 e questo, secondo il responsabile tecnico, consente di accelerare il lavoro.

L’aspetto più interessante, però, è che una volta terminata la messa a punto della miscela questa potrebbe trovare posto anche nell’utilizzo quotidiano per chi possiede ancora vetture endotermiche. Ross Brown, direttore generale Motorsport F1, è convinto che consentirà di rendere neutri dal punto di vista delle emissioni tutti quei veicoli a combustione interna che sopravvivranno al processo di elettrificazione.

Fonte: auto.hwupgrade.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *