Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Caos 5 stelle: 30 pronti all’addio. Ecco i nomi. E ora Conte trema davvero


Sullo stesso argomento:

Dopo la fiducia sul dl Covid nel Movimento scoppia la rivolta. E oggi si rischia al Senato

Trenta parlamentari grillini pronti all’addio al Movimentio. A sganciare la bomba è il “Corriere della sera” all’indomani dello strappo registrato tra i seguaci di Grillo e Casaleggio alla Camera, dove il governo ha imposto la fiducia sul decreto Covid. Uno scenario che ha mandato nel caos il gruppo pentastellato e che rischia di ripetersi oggi al Senato, dove il governo ha chiesto il voto blindato sul dl Semplificazioni e i numeri per la maggioranza sono molto più risicati.

Anche perché gli strascichi di quanto successo a Montecitorio non si sono esauriti. Stando a quanto racconta il Corriere, sono tanti i parlamentari che non hanno fatto marcia indietro rispetto alle critiche al premier. Come Alvise Maniero: «Non ho capito sinceramente la ratio con cui è stata posta la fiducia. Io sono orgoglioso di avere firmato quell’emendamento. Se una cosa non è giusta io non la voto». Anche Elisa Siragusa è critica: «Non era un voto di fiducia sul governo, era un atto di forza del governo sul Parlamento».

Tra i più polemici c’è l’ex ministra Giulia Grillo, che sarebbe tra i trenta pronti a promuovere una scissione “dibattistiana”. Sulle barricate anche Massimo Misiti e Yana Ehm. In tanti, tra gli assenti al voto di fiducia di Montecitorio, preferiscono non parlare. Un silenzio che la dice già lunga sullo stato d’animo.

news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *