Viva Italia

Informazione libera e indipendente

CANAVESE – Fava contro lo stop ai motori termici: «Follia inutile»

CANAVESE – La recente votazione del Parlamento Europeo, che ha approvato lo stop dal 2035 alle vendite di auto spinte da motori termici, ha provocato una serie di reazioni negative. Ultima in ordine di tempo, quella di Confindustria Canavese, che ha sottolineato gli effetti negativi per le tante aziende del nostro territorio che operano nel settore dell’automotive.

«Condivido in pieno la posizione di Confindustria: la scelta dell’UE è una follia – commenta il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Fava – l’inquinamento e il riscaldamento globale non sono certo imputabili alle auto diesel o benzina di ultima generazione, per cui all’atto pratico per l’ambiente il provvedimento non servirà a niente. In compenso metterà a rischio la sopravvivenza di tante aziende e di migliaia di posti di lavoro solo in Canavese, per non parlare del resto dell’Italia. Una riconversione di tutto il settore automotive verso la produzione di veicoli elettrici non si improvvisa. Avendo lavorato tanti anni come operaio nel settore, mi vengono i brividi a pensare a quante realtà consolidate, a quante esperienze maturate, a quante professionalità rischiamo di perdere per colpa di simili sconsiderate politiche».

«A livello europeo si stanno assumendo decisioni in modo del tutto irrazionale e propagandistico, senza soffermarsi sulle conseguenze provocate, né sugli effettivi benefici, del tutto ipotetici – continua Fava – il tema non deve essere abolire i motori termici, ma favorire e incentivare il rinnovamento del parco auto circolante».

Fonte: quotidianocanavese.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *