Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Calendario Extreme E 2022: l’Italia rimane tra le tappe


L’organizzazione di Alejandro Agag ha già pubblicato il Calendario Extreme E 2022 con 5 tappe che comprendono anche l’Italia

24 dicembre 2021 – 7:00

Il Calendario Extreme E 2022 è stato pubblicato dall’organizzazione, dopo la conclusione della prima stagione del campionato dei SUV elettrici Extreme E, che ha visto il trionfo del team RXR guidato da Nico Rosberg. Di fatto è stata una seconda nota amara, in poco tempo, per Lewis Hamilton, il cui team X44 non è riuscito a dare il meglio di sé, ottenendo come vittoria solo la tappa finale, in Inghilterra, che però non è bastata.

Cinque tappe, come nel 2021, che partiranno in Arabia Saudita a fine febbraio (due mesi di anticipo rispetto a quest’anno) e si concluderanno in Uruguay a fine novembre. L’organizzazione di Alejandro Agag, insomma, vuole riprovarci col Sudamerica, saltato per questa prima edizione a causa della pandemia di COVID-19. Ma quello che più ci fa piacere è che l’Italia rimane tra le tappe.

Calendario Extreme E 2022: tutte le tappe

Di seguito, tutte le tappe e le date di Extreme E 2022:

  • 19-20 Febbraio – Neom (Arabia Saudita);
  • 7-8 Maggio – Sardegna (Italia);
  • 9-10 Luglio – Scozia o Senegal;
  • 10-11 Settembre – Antofagasta (Cile);
  • 26-27 Novembre – Punta del Este (Uruguay);

Cinque nuove tappe, anche se alcuni Paesi sono già stati presenti quest’anno, in punti simbolici dei problemi ambientali del pianeta. L’obiettivo rimane quindi quello di sensibilizzare a una migliore gestione delle risorse naturali attraverso lo sport. Nuove, invece, le due tappe sudamericane, scelte forse in modo strategico come ultime due, nella speranza che questa volta l’organizzazione non sia costretta a cambiare i suoi piani. Nell’edizione appena terminata, infatti, al posto delle due tappe finali in Sardegna e Inghilterra erano state scelte altre destinazioni in Sudamerica. Resta da confermare la tappa di luglio, che vedono la Scozia e il Senegal come possibili mete.


La dinamica delle gare rimane la stessa: due giorni di prove, e alternanza dei piloti al volante. Rimane anche la nave St. Helena su cui viaggia il paddock, e che trasporterà veicoli, attrezzature tecniche e personale di gara. Come già quest’anno, Extreme E organizzerà con le istituzioni locali delle iniziative per l’ambiente: nella tappa in Senegal (Ocean X Prix) furono iniziative per la riforestazione, in Groenlandia (Arctic X Prix) delle campagne nelle scuole.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Fonte: quotidianomotori.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *