Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Calcio – Una splendida serata di Sport per ricordare Cinzia Enrico tra Stay O Party e JCP

 Gara Amichevole 
E’ UNA JUNIOR DAL CUORE TENERO 

Stay O Party-JCP-0-2 (26’ Vergnasco, 69’ Di Martino) 

Stay O Party: Favarin, Colangelo, Dondi, Allara, Starno, Michelerio, De Francesco, Bellinghieri, Micillo, Ferrigno, Boarino. A disp: Bolpato, Calabrese, Girino, Martinotti, Carpinelli, Napolitano, Grosso, Gentile, Costanzo, Porcini, Amato, Rabaglini. All: Perotti. 

JCP: Ormelese (Bellasio dal 1’s.t.), Messano (Moscato dal 10’s.t.), Volpato (Cap.) (Giorcelli dal 10’s.t.), Viazzi (Sgarano dal 34’s.t.), Temporin (Rosati dal 10’s.t.), Sala (Patrucco dal 10’s.t.), Amin, Camara (Iacomussi dal 10’s.t.), Beltrame (Geminardi dal 10’s.t.), Vergnasco (Di Martino dal 10’s.t.), Abrazdha (Arfuso dal 19’s.t.). All: Bellingeri-Carachino. 

Arbitro: Kurti Kledi. 
Primo tempo: Stay O Party-JCP-0-1 
Corner: Stay O Party-JCP-9-5 

Casale Monf.to – Una splendida serata di sport. Non poteva esserci cornice migliore per ricordare Cinzia Enrico; le squadre si sono ben disimpegnate, mostrando progressi in questa fase di pre-campionato e soprattutto si sono rispettate, nonostante la differenza di categoria e la reciproca voglia di superarsi. Non è mancato nemmeno lo spettacolo e il due a zero finale è oltremodo risicato in relazione alle occasioni create. Ma procediamo con ordine.

Emozionante minuto di silenzio e consegna di due mazzi di fiori a Cristian Bonafè e Luca Dondi da parte dei presidenti Zanforlin e Gentile. Lo Stay O Party deve fare i conti con diverse assenze (Miglietta su tutti) e schiera Favarin tra i pali; Colangelo, Dondi, Allara e Starno in difesa, Michelerio e De Francesco in mediana con Bellinghieri, Ferrigno e Boarino a supporto di Micillo. Canonico 4-3-3 per la JCP che deve fare a meno di Roccia e Giuseppin (infortunati). Ormelese in porta, Messano, Volpato, Viazzi e Temporin in difesa; Amin, Camara e Sala a centrocampo; Abrazdha, Vergnasco e Beltrame in attacco. Lo Stay occupa bene gli spazi e in avvio di partita conquista un paio di corner ed altrettanti calci di punizione da posizione allettante. Al quinto, proprio da un tiro franco dal limite, Ormelese respinge un insidioso rasoterra destinato all’angolino basso. Fallo di mano di un difensore juniorino al sesto e botta di Boarino respinta dalla barriera. Al decimo si vede la Junior. Beltrame sulla fascia sinistra galoppa verso l’area avversaria, entra e lascia partire un diagonale che si perde a lato di poco. Al tredicesimo calcio d’angolo per la JCP. Sul secondo palo Amin è puntuale, ma incredibilmente centra il palo da due passi. Conclusione di Camara al volo al minuto 17 e palla intercettata con un braccio: rigore. Dal dischetto ci prova Vergnasco, ma Favarin intuisce e respinge con bravura. Palla ancora al numero 10 della Junior e nuova respinta dell’estremo difensore dello Stay. Dopo una punizione senza esito calciata al 25’, la JCP passa in vantaggio. Il lancio millimetrico è di Viazzi. Il movimento perfetto ad ingannare la difesa è di Vergnasco. Tocco di testa a superare Favarin in uscita e conclusione nella porta sguarnita: 1-0. E’ il momento migliore della squadra di mister Bellingeri. Fioccano le occasioni e purtroppo arrivano anche errori clamorosi sotto misura. Al 28’ inserimento di Amin su assist di Abrazdha: diagonale a lato. Al 32’ contropiede di Beltrame (assist di Vergnasco) e respinta del portiere. Al 35’ sinistro potente di Vergnasco bloccato da Favarin. Al 35’ rasoiata in diagonale da destra verso sinistra e lo Stay conquista l’ennesimo tiro dalla bandierina: Temporin di testa salva la propria porta. Prima del riposo Amin vince tre contrasti e si presenta da solo davanti a Favarin. L’ex Fortitudo allarga troppo il piattone destro e la sfera termina a lato.

Un solo gol di vantaggio all’intervallo è troppo poco in relazione alle occasioni create, ma nella ripresa l’intensità non cala perché chi entra sul rettangolo verde vuol mettere in seria difficoltà mister Bellingeri. Lo Stay opera diverse sostituzioni regalando minuti di preziosa esperienza a molti ragazzi della juniores. Nella Junior entrano Bellasio, Geminardi, Iacomussi, Moscato, Rosati, Patrucco, Di Martino e Giorcelli. Il portiere dal primo minuto, i giocatori di movimento al decimo. Primo giro di orologio e Amin vede Favarin fuori dai pali: pallonetto a lato. Giocata in velocità al terzo, con Abrazdha che serve Vergnasco sulla corsa. Destro al volo alto di un niente. Al quarto Beltrame fa tutto bene, entra in area di prepotenza e piazza il pallone all’angolino: palo pieno. L’ex Pastorfrigor al settimo si lancia con un controllo orientato di tacco: conclusione a fil di montante. Prima delle sostituzioni giallo-rosso-blu (9’) lo Stay si fa vedere dalle parti di Bellasio con una girata al volo che non inquadra il bersaglio. Al 12’ è Abrazdha a trovarsi a tu per tu con il portiere avversario. Anche in questo caso la sfera non termina nello spazio delimitato dai tre legni. Al 16’ Rosati con un bel tocco in anticipo si crea una ghiotta occasione. Destro a giro che fa la barba al palo. Al 19’ debutta in maglia JCP, Francesco Arfuso. E’ Abrazdha a lasciargli spazio. Al 21’ Amin pesca Di Martino con un lancio preciso. Il bomber non fallisce e in diagonale sigla il punto del meritato due a zero.

Lo Stay ci prova con orgoglio fino alla fine. Punizione sulla barriera al 28’ e al 32’. Nel mezzo (30’) azione in velocità di Iacomussi che supera il portiere ma non ha lo spazio per centrare il tris. Sgarano per Viazzi al 34’. Punizione al minuto 40 conquistata e calciata da Arfuso. La barriera respinge, ma il numero 7 juniorino ci riprova trovando il portiere avversario ben piazzato. L’ultima occasione è dello Stay, che al 42’ conclude a lato dal vertice sinistro dell’area di rigore. In casa Junior c’è da essere soddisfatti per le occasioni create e per l’ennesima prestazione conclusa senza incassare gol. Un po’ meno per le imprecisioni sotto porta. Con maggior cattiveria, una partita come questa poteva finire con un risultato più rotondo. Viazzi da centrale difensivo si è confermato su ottimi livelli e Messano (oggi schierato a destra) per duttilità e pulizia negli interventi, si sta rivelando un ottimo acquisto. Sala, Vergnasco e Abrazdha sono già in forma-campionato. 

Fonte: monferratowebtv.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *