Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Cagliari-Torino 0-1, gol e highlights: decide una rete di Bremer

76′ Bremer

CAGLIARI (3-4-2-1): Cragno; Ceppitelli, Godin, Rugani; Zappa (89′ Duncan), Nandez, Marin, Lykogiannis; Nainggolan (78′ Pavoletti), Joao Pedro; Simeone (70′ Cerri). All. Di Francesco

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Singo (88′ Vojvoda), Lukic (78′ Baselli), Mandragora, Rincon, Ansaldi; Zaza (78′ Bonazzoli), Belotti. All. Nicola

Ammonito: Lukic, Belotti, Simeone, Ceppitelli, Zappa

Una vittoria che vale oro, un successo che porta la firma del sacrificio e della volontà. Il Torino conquista tre punti pesantissimi alla Sardegna Arena al cospetto di un Cagliari che non ha affatto demeritato. Nicola vince la sua prima gara alla guida del Toro, Di Francesco non trova la vittoria da ben 16 partite e, ora, il Cagliari si ritrova in una posizione di classifica estremamente delicata a -5 punti dal quartultimo posto occupato proprio dal Torino.

Per la gara contro i granata, Di Francesco recupera sia Nainggolan che Ceppitelli e li manda in campo dal 1′, Nicola si affida alla solita coppia Belotti-Zaza e schiera Singo e non Vojvoda sull’out di destra. Gara bloccatissima sin dalle prime battute, la paura di non prendere gol la fa da padrona e ciò va a scapito del bel gioco e delle occasioni da gol. Le uniche firmate dal Toro sono di Belotti e Ansaldi con due calci di punizione che terminano fuori. Il Cagliari accelera nella seconda parte del primo tempo, la squadra di Di Francesco macina gioco e a tratti chiude il Torino nella propria trequarti ma pecca di precisione sottoporta con Simeone e Joao Pedro. Tuttavia, l’inerzia della gara sembra possa girare in favore dei sardi nella ripresa.

E nel secondo tempo la trama della partita non cambia. E’ il Cagliari a proporre gioco e il Torino a difendere e a ripartire. Gli spazi sono sempre pochissimi, l’agonismo si alza ma il risultato non si sblocca. Il Cagliari ci prova ancora con un paio di conclusioni da fuori ma senza impensierire più di tanto Sirigu. La sensazione è che la gara possa essere sbloccata solo da un episodio. E al 76′ Bremer vince il duello aereo con Godin e mette alle spalle di Cragno sugli sviluppi di un angolo battuto dalla destra. Sotto di un gol, Di Francesco si gioca tutte le carte offensive ma la manovra del Cagliari è frettolosa e non porta frutti. E’ il Torino ad avvere l’occasione del raddoppio prima con Belotti e poi con Rincon ma Cragno si supera in entrambe le circostanze. Finisce così, il Torino conquista una vittoria che mancava dallo scorso 3 gennaio. Per il Cagliari buio pesto.

Fonte: sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *