Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Cade in strada e muore di stenti, cadavere ritrovato dopo 15 giorni

Aveva l’intera pensione appena riscossa in tasca l’uomo trovato cadavere in strada a Tivoli. Una morte di stenti, un dramma della solitudine. Il corpo privo di vita dell’anziano è stato infatti rinvenuto in avanzato stato di decomposizione, con la morte risalente ad almeno 15 giorni. A trovarlo riverso in strada sotto al sole cocente il proprietario dell’abitazione dove l’82enne viveva da solo, andato a trovarlo dopo aver trascorso due settimane in vacanza.

Il macabro rinvenimento è avvenuto nella mattinata di mercoledì 27 luglio in via Tigli, strada secondaria sterrata che si trova nella parte alta di Tivoli, nella zona del cimitero sulla via Empolitana. Tragica la scena che si è trovato davanti il proprietario della casa dove viveva l’anziano, sulla stessa strada . A pochi metri dall’abitazione, riverso in strada con accanto il suo bastone, il corpo privo di vita dell’uomo, in avanzato stato di decomposizione.

Chiesto l’intervento alle forze dell’ordine sulla strada sterrata che costeggia la parte posteriore del camposanto del comune della provincia nord est della Capitale sono quindi intervenuti i carabinieri della compagnia di Tivoli. Assieme ai militari dell’arma anche il medico legale che non ha trovato evidenti segni di violenza sul corpo dell’anziano.

Morto da almeno 15 giorni, ma non si esclude anche più giorni visto il ritiro delle pensioni che solitamente arriva i primi giorni del mese, l’uomo aveva problemi di deambulazione e camminava aiutandosi con un bastone, trovato poco distante dal corpo privo di vita. Proprio la sua claudicanza lo potrebbe aver fatto inciampare sulla stradina disconnessa – dove aveva un terreno agricolo – e fatto cadere mentre si trovava a poche decine di metri dalla sua abitazione di via Tigli. Una volta in terra l’82enne non sarebbe riuscito a rialzari non riuscendo nemmeno a lanciare l’allarme per poi morire di stenti sotto al sole cocente di questo mese di luglio. 

Senza parenti prossimi, non sposato e senza figli la salma dell’anziano è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria e traslata all’istituto di medicina legale de La Sapienza. Disposta l’autopsia per fugare le cause del decesso. Al momento gli investigatori procedono sulla tragica fatalità. Un dramma della solitudine.  

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *