Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Brescia, arrestato foreign fighter accusato di tortura e sevizie


L’uomo, un 28enne italiano di origine marocchina, era andato a combattere con l’Isis in Siria

Dalle indagini, condotte anche in collaborazione con le autorità tedesche, è emerso che l’uomo sarebbe stato responsabile anche di torture e sevizie nei confronti di almeno due persone, tra cui un adolescente, che si erano rifiutate di combattere per l’Isis e che sono attualmente rifugiate in Germania. Decisiva è stata la testimonianza, raccolta a Dusseldorf dal pm titolare delle indagini e da funzionari della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione e della Digos di Brescia, di una delle vittime delle torture, che sarebbero state inflitte dal foreign fighter italo-marocchino.

Nel mostrare le cicatrici delle sevizie subite, il testimone ha infatti raccontato anche di torture perpetrate con scariche elettriche nei confronti di detenuti curdi appartenenti alla minoranza Yazidica al fine di costringerli alla conversione all’Islam.

TI POTREBBE INTERESSARE

news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *