Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Bottas vola in Qatar, Verstappen davanti a Hamilton

Max Verstappen chiama, Valtteri Bottas risponde.

Sotto i riflettori di Losail, al debutto nel Circus, il finlandese stampa il miglior tempo del venerdì, precedendo l’AlphaTauri di un brillante Pierre Gasly e l’attuale leader del Mondiale. Quarto Lewis Hamilton, rivale diretto di Verstappen in un duello che si fa sempre più palpitante.

Al mattino, invece, a dominare era stato l’olandese della Red Bull, che in Qatar, terz’ultima tappa del calendario, è chiamato a gestire i 14 punti di vantaggio sul britannico sette volte campione del mondo.

Ferrari lontane e in affanno in entrambe le sessioni: in vista delle qualifiche, ci sarà da lavorare in casa del Cavallino.

Bottas ha girato in 1’23”148 staccando di 209 millesimi Gasly e di 350 millesimi Verstappen. Un risultato che lo inserisce tra i candidati al trionfo in gara. Hamilton paga dal compagno di scuderia un distacco di oltre quattro decimi (+0”422). Quinto tempo per Lando Norris su McLaren.

La prima Rossa è quella di Carlos Sainz, decimo a quasi nove decimi (+0”885). Charles Leclerc tredicesimo a 947 millesimi. E’ soprattutto il monegasco ad aver deluso, dal momento che non è mai riuscito a inserirsi nella lotta per i primi posti. Al mattino, Verstappen aveva preceduto tutti in 1’23”723, staccando di 437 millesimi Gasly su Alpha Tauri e le due Mercedes, Bottas (+0”471) e Hamilton (+0”786).

In mezzo alle due sessioni, è arrivato l’atteso annuncio sul ricorso della Mercedes. Il team aveva avanzato con la Fia la richiesta di revisione in merito alla manovra di Verstappen nei confronti di Hamilton nel corso del 48° giro del Gp del Brasile. Ricorso bocciato, dal momento che la  Federazione non ha ritenuto rilevanti le nuove prove presentate dalla Mercedes.

I commissari avevano deciso sul momento di non sanzionare l’olandese della Red Bull. Sospirone di sollievo per Verstappen. La Mercedes sperava in sanzioni, i punti di distacco in classifica restano invece invariati. E la battaglia, in Qatar, promette nuove scintille: ogni punto può essere decisivo.

Sperava, ovviamente, in una giornata migliore Hamilton: “Non so quanto è il gap in ottica qualifica, però sono lontano”, ha commentato il britannico. “Sono tutte curve ad alta velocità, sicuramente è un circuito fisico, però la pista è bella, non ci sono problemi particolari”. Sulla decisione della Fia, Hamilton ha voluto glissare: “Non so cosa dire, non ho partecipato alla questione, mi sono concentrato sul weekend. Se ci sarà un altro ruota contro ruota in gara? Non ne ho idea, al momento sono lento e devo capire come migliorare”, ha aggiunto.

Anche Verstappen non si ritiene del tutto soddisfatto della prestazione: “Ci sono tante cose da esaminare, ci sono margini di miglioramento”, ha commentato l’olandese. “E’ la prima volta che giravamo qui di sera, dovevamo vedere come reagiva la macchina. C’è stato un cambiamento tra le medie e le soft, il mio giro sulle soft non è stato fantastico. Ci sono ancora tante cose da comprendere, dobbiamo imparare bene la pista”. “Il vento ha dato fastidio però – ha assicurato – è stato molto divertente guidare qui, la pista mi piace”. Proiettandosi alla gara, ha aggiunto: “Sarà dura, ma nel giro secco penso che sarà divertente. Se saremo in lotta per la pole e la vittoria? E’ presto per dirlo, vediamo domani”.

| TUTTI I TEMPI

Fonte: raisport.rai.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *