Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Bologna può diventare la città dello sport


Renato Villalta* La vittoria della Supercoppa da parte della Virtus martedì sera, insieme a quella del campionato, è una conferma che questa è Basket City e lo è sempre stata. Adesso è tornata in auge e questo è importante, perché lo sport è un veicolo fondamentale per far conoscere la città e i valori stessi dell’attività sportiva. Nel basket abbiamo due squadre a Bologna, e in…

Renato

Villalta*

La vittoria della Supercoppa da parte della Virtus martedì sera, insieme a quella del campionato, è una conferma che questa è Basket City e lo è sempre stata. Adesso è tornata in auge e questo è importante, perché lo sport è un veicolo fondamentale per far conoscere la città e i valori stessi dell’attività sportiva. Nel basket abbiamo due squadre a Bologna, e in questo caso in particolare la Virtus, che fanno questo. Ma in generale, complici anche i successi delle Olimpiadi, al momento c’è un interesse spaventoso per lo sport: ora mi auguro che la parte politica e quella scientifica possano dare il via ad aperture più ampie, rispetto alle limitazioni che ci sono a causa del Covid. Ben venga quindi il ritorno di Basket City: è importantissimo per la città, per i tifosi, per gli sportivi e per tutta Italia. Nel basket è fondamentale che Bologna, e oggi la Virtus, sia ai vertici. Questo non è ancora il campionato o la coppa, ma se il buongiorno si vede dal mattino ben venga la vittoria di martedì. Ora sarebbe bello che Bologna diventasse ‘Sport City’: anche per un fatto di logistica, ma soprattutto di mentalità e approccio dei cittadini e per la presenza di un’Università importantissima, questa città è predisposta. Ci sono imprenditori che stanno investendo anche in altre discipline, in primis calcio ma non solo. E soprattutto negli sport singoli: nel nuoto, ma anche in altre discipline, abbiamo fior fiori di campioni che possono far pensare a una Sport City. Mi auguro anche che a Bologna si torni a respirare l’atmosfera che c’era quando con la Virtus vincemmo lo scudetto della stella, o negli anni Novanta: lo sport è capace di creare entusiasmi inimmaginabili e se si creasse quello spirito, quella voglia che c’era a quei tempi, quando ho avuto la fortuna e l’onore di esserci anche io, è un bene per la città e per tutti. Secondo me ci sono le basi perché questo avvenga.

*Ex giocatore Virtus

Fonte: ilrestodelcarlino.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *