Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Bocce, il Crc scalda i motori per l’avvio di sabato. Granaglia nuovo allenatore

Calendario rivisto e corretto. La Federazione bocce dopo le proteste delle società, in particolare quella campione d’Italia del Crc Botalla formaggi, cambia tutto. «Non avevano senso quei turni ravvicinati – dice Sandro Bonino, patron del sodalizio – anche per via del periodo difficile».

Partenza confermata per sabato prossimo e programma che terminerà il 19 giugno. «Le finali scudetto – prosegue Bonino – si giocheranno il 6 e 7 luglio e i ragazzi vogliono essere presenti per difendere il titolo appena conquistato».

Un torneo giocato con cadenza regolare per dare una parvenza di normalità, anche se non sarà così. «Purtroppo – spiega Bonino – si giocherà a porte chiuse e non sarà l’unica restrizione per il Covid-19 che dovremo osservare, un’altra sarà la chiusura degli spogliatoi». Il rodaggio è necessario e già in queste settimane di avvicinamento la squadra si è ritrovata. «Ci siamo allenati tre volte a Chivasso, mentre negli ultimi due sabati siamo tornati a Biella e lo stesso faremo dopodomani quando sosterremo una partita amichevole contro Pozzo Strada».

Una cosa Bonino non ha però digerito. Il rifiuto federale di far sedere in panchina Manuel Lituri, che ha solo il patentino di primo livello e non il terzo come prescritto dalle nuove norme. Bonino non ha gradito: «Quando Roma aveva bisogno di far passare variazioni di statuto per far cedere il titolo sportivo a qualche sodalizio, io non mi sono opposto».

La soluzione era da trovare in tempi strettissimi. Senza perdere la calma il Crc ha reagito iscrivendo al ruolo di allenatore Enzo Granaglia, il figlio del grande Umberto. «Enzo è una persona speciale che si è messa a disposizione in tutto e per tutto e con lui in panchina Lituri è rientrato nella rosa dei giocatori per eventuali sostituzioni dell’ultimo minuto». Perché si dovrebbe giocare anche se due giocatori della stessa squadra dovessero risultare positivi al virus. Oltre questo numero si potrebbe rinviare la partita, anche se i dubbi sul recupero sono più che legittimi.

Fonte: lastampa.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *