Viva Italia

Informazione libera e indipendente

BMW X1 xDrive 20d: la prova su strada

Comoda e spaziosa, non rinuncia ad una guida brillante, e può contare sul valore aggiunto della trazione integrale

Il mercato dei SUV è colmo di proposte, ma tra le più concrete troviamo la X1 della BMW: pratica al punto giusto, con le dimensioni tali da essere una vettura unica per la famiglia, e capace di disimpegnarsi bene anche sui fondi viscidi con la trazione integrale come quella dell’esemplare della nostra prova su strada: una xDrive 20d spinta dal 2 litri turbodiesel da 190 CV.

Esterni: più moderna dopo il restyling

Ben proporzionata, meno audace della X2, ma senza dubbio più equilibrata, la X1 ha beneficiato di un restyling che ha contribuito a rinfrescarne la linea. Infatti, troviamo nuovi gruppi ottici a LED anche al posteriore, una grande calandra, e cerchi in lega con disegno ad Y. Non mancano le protezioni nella parte bassa della carrozzeria, e gli elementi silver che impreziosiscono l’insieme. Nel complesso con una lunghezza di 4,45 metri ha delle dimensioni che le consentono di viaggiare anche con una certa naturalezza in città, ma ospita un abitacolo spazioso.

Interni: spaziosa e ben rifinita

La X1 ha spazio da vendere, può contare su un divano posteriore che scorre di 13 cm per dare più spazio al bagagliaio da oltre 500 litri, o privilegiare il comfort di chi siede dietro. Bella la colorazione chiara dell’abitacolo dell’esemplare provato con tanto di selleria in pelle, che appaga lo sguardo ma nel tempo è soggetta a macchiarsi. Comunque, le finiture sono da BMW, quindi ben fatte, e il guidatore può contare anche sull’Head-Up display, oltre che sul vano per la ricarica wireless dello smartphone.

Quest’ultimo dialoga con il sistema d’infotainment solamente se utilizza il sistema operativo iOS e questo è un peccato considerata la vasta schiera di automobilisti a cui si rivolge. Per il resto lo schermo da 10, 25 pollici è semplice ed intuitivo nell’utilizzo e può contare anche sui servizi online per conoscere, per esempio, il meteo o i siti culturali del territorio in cui si sta viaggiando. La strumentazione è piuttosto semplice, anche se chiara, di stampo classico, e stride un po’ se paragonata con il quadro strumenti futuristico delle ultime BMW. Scomodo il posto centrale per via del tunnel che sottrae centimetri preziosi alle gambe.

Al volante: brillante e sicura

Alla guida la X1 mostra il suo lato BMW perché si viaggia con una posizione di guida leggermente più bassa rispetto a quella di altri SUV, ma sempre comoda per dominare la strada. Inoltre, il volante è preciso e reattivo ed il cambio automatico ad 8 rapporti si sposa perfettamente con le caratteristiche d’erogazione del 2 litri turbodiesel da 190 CV e 400 Nm di coppia massima che regala prestazioni brillanti, 219 km/h di velocità massima, ed uno scatto da 0 a 100 km/h inferiore ad 8 secondi, 7,8 secondi per l’esattezza. Nulla da ridire sul comfort, visto che ad andatura costante l’auto risulta ben insonorizzata, mentre le asperità risultano ben digerite, così come sulla sua capacità di adattarsi anche alla guida cittadina per via di una buona visibilità in ogni direzione.

Se aggiungiamo un consumo medio di circa 16 km/l, allora ecco che la X1 può essere considerata benissimo un’auto da vivere a 360° gradi e adatta anche alle famiglie. L’esemplare provato inoltre, poteva contare sul valore aggiunto della trazione integrale che mette in gioco il retrotreno quando è necessario, oltre a tutti gli ADAS di ultima generazione che consentono di guidare più rilassati e di non affaticarsi nel traffico autostradale o sulle tangenziali cittadine, dove la vettura mantiene automaticamente la distanza dagli altri veicoli e riprende velocità quando occorre mediante l’assistenza alla guida in colonna.

Prezzo: da 43.200 euro

Con questa motorizzazione 2.0 turbodiesel da 190 CV e la trazione integrale la X1 ha un costo che parte da 43.200 euro ed arriva a poco più di 50.000 euro per la variante MSport. Una forbice importante, visto che nel mezzo ci sono altri allestimenti, ma in ogni caso spesso la dotazione va integrata.

7.7


7.5


8.5


8


7.5

Pro

Fonte: motori.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *