Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Berlusconi: “La sinistra usa contro Salvini la stessa arma che usò con me”

L’uso politico della giustizia è l’arma con la quale la sinistra vuole liberarsi dagli avversari“. Così, il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi ha commentato il verdetto dell’aula del Senato, che ha dato il via libera per il processo a carico di Matteo Salvini, per la vicenda Open Arms.

Non è la prima volta che Matteo Salvini finisce nel mirino dei giudici. E questa volta, dopo i casi Diciotti e Gregoretti, è il turno della vicenda Open Arms, la nave dell’Ong spagnola, rimasta bloccata in mare lo scorso agosto, per 19 giorni, mentre a bordo c’erano oltre 160 migranti. Le accuse ai danni del leader della Lega sono gravi: si tratta di “sequestro di persona plurimo aggravato e rifiuto di atti d’ufficio“. Oggi, dal Senato è arrivata l’approvazione per l’avvio del processo: l’aula si è espressa con 149 voti favorevoli e 141 contrari, che non sono stati sufficienti a salvare il leghista. “Non ho paura, non mi farò intimidire e non mi faranno tacere: ricordo che per tutti i parlamentari, presto o tardi, arriverà il giudizio degli elettori”, ha commentato Salvini, dopo aver appreso la decisione del Senato.

E ora, poco dopo la notizia dell’ok al processo, arrivano anche le parole di Silvio Berlusconi che, in un’intervista a News Mediaset, trasmessa da Studio Aperto, ha osservato: “È lo stesso metodo che hanno usato con me, con 96 processi e 3.636 udienze“. Oltre all’ok al processo per la vicenda Open Arms, Palazzo Madama aveva già approvato il processo per la nave Gregoretti, ai danni di Matteo Salvini. Bloccato invece quello per la Diciotti, su cui l’aula si espresse nel febbraio 2019, quando la Lega era ancora al governo con i 5 Stelle.

Quella dell'”uso politico della giustizia” sarebbe una vera e propria “arma“, che la sinistra metterebbe in campo quando “vuole liberarsi dagli avversari. “Naturalmente Forza Italia non può che essere contraria a questi metodi- ha aggiunto l’ex premier- non solo per lealtà verso un alleato, ma anche e soprattutto perchè sono metodi assolutamente inaccettabili in una vera democrazia“. Secondo Berlusconi, infatti, la maggioranza “non è affatto solida, questo credo sia evidente per tutti”. E ha aggiunto: “Definendola solida da parte di Conte, è solo un modo per darsi coraggio. Non c’è materia sulla quale siano uniti, tranne una: conservare il potere il più a lungo possibile“.

Infine, l’ex premier si è espresso sui pericoli legati a una possibile seconda ondata e all’immigrazione: “Sono molto, molto preoccupato- ha detto- Una seconda ondata di contagi è un rischio reale che ci porterebbe a una catastrofe sanitaria ed economica ancora più grave di quella in corso. I flussi migratori rappresentano un pericolo reale, soprattutto ai danni delle regioni del Sud, dove avvengono gli sbarchi, e dove il sistema sanitario è più debole“. Per questo, incalza Berlusconi, bisogna “chiedere finalmente una politica efficace di contrasto all’immigrazione, basata su accordi con i Paesi Africani come quella che solo il nostro governo era riuscito a realizzare, azzerando davvero gli sbarchi sulle nostre coste“.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *