Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Benefici del Crossfit, 4 cose da sapere

Il CrossFit è una pratica piuttosto giovane ma che in poco tempo ha conquistato milioni di atleti in tutto il mondo. Sicuramente parliamo di una disciplina efficace che può portare miglioramenti sostanziali in termini sia di benessere fisico che di benessere mentale.

Parlando del CrossFit non si possono non definire i vari obiettivi per l’allenamento; tra quelli classici troviamo il dimagrimento, la tonificazione e l’aumento di massa muscolare. Però bisogna sapere che questa disciplina ha anche altri punti di forza, dettati da una varietà di stimoli a cui il nostro fisico viene sottoposto. Infatti, scegliendo un piano di allenamento ad hoc, grazie al CrossFit è possibile anche migliorare la resistenza aerobica, migliorare la forza esplosiva e riattivare il metabolismo.

CrossFit i principali benefici sul fisico

approfondimento

Calisthenics: cos’è, benefici ed esercizi per i principianti

Essendo, come già detto, una disciplina molto completa e variegata, unendo l’esercizio a una corretta alimentazione, sicuramente i risultati sul nostro fisico non tarderanno ad arrivare.

Oltre al dimagrimento e all’aumento di massa muscolare, ricordiamo che con il giusto piano di allenamenti si può ottenere un maggiore controllo motorio e un migliore equilibrio.

Oltretutto si avranno anche benefici nella vita di tutti i giorni, con maggiore forza per sollevare carichi pesanti nella maniera corretta e miglioramenti che riguardano pressione arteriosa, frequenza cardiaca a riposo, composizione corporea, consumo massimo di ossigeno e via dicendo.

Allenamento sempre stimolante e adatto a tutti

approfondimento

Allenamento anaerobico: cos’è e quali sono i suoi benefici

Una delle particolarità del CrossFit è la grande varietà di esercizi che, anzitutto, permettono tipologie di allenamento estremamente diversificate che stimolano l’atleta e, soprattutto, rendono le varie sessioni divertenti ed estremamente dinamiche.

Può sembrare una cosa da poco, ma chi pratica sport con costanza e segue un piano di allenamenti ben strutturato e scandito nel tempo, ha sempre bisogno di stimoli e cambiamenti, per non perdere la voglia di continuare e scoprire sempre nuove valide alternative.

Oltretutto, proprio a causa di questa grande varietà, il CrossFit è uno sport adatto a tutti. Ogni esercizio può essere rimodulato, scalato o aumentato in base alle abilità dell’atleta e della sua preparazione fisica. Questo oltre a incentivare le persone a migliorare continuamente è anche un modo sicuro per evitare infortuni o sessioni di allenamento troppo rigide.

Oltretutto parliamo di uno sport inclusivo in quanto sia le donne che gli uomini a qualsiasi età possono praticare lo stesso tipo di allenamento, adattato al fisico e alla possibilità di ognuno.

Quindi, salvo particolare controindicazioni mediche o patologie pre-esistenti, possiamo dire che il CrossFit è uno sport adatto a tutti; certo nel caso di particolari problemi di salute il consiglio è sempre quello di chiedere suggerimenti a un personal trainer esperto o al vostro medico di base.

Effetti positivi su umore e autostima

Anche la mente è una componente fondamentale di ogni sessione di allenamento e, secondo alcune ricerche, praticare CrossFit porta immensi benefici all’autostima, alla fiducia in se stessi e all’umore.

Stiamo parlando di una disciplina che richiede tanta costanza e che offre un piano di esercizi mirati a far emergere solo le caratteristiche migliori di ogni atleta. Non c’è competitività ma solo la voglia di fare squadra e dare il massimo. Per questo praticare questo sport porta grandi vantaggi al proprio benessere mentale, perché parliamo di una disciplina ricca di stimoli e “disegnata” alla perfezione sulle abilità specifiche di ogni atleta.

CrossFit, principali controindicazioni

Come per buona parte degli sport principali, anche nel CrossFit ci sono delle controindicazioni specifiche per chi soffre di particolari problemi di salute o esegue gli esercizi in maniera sbagliata.

Andiamo anzitutto a vedere chi non può seguire un allenamento del genere:

  • Persone sovrappeso
  • Persone gravemente sottopeso o con malattie legate all’alimentazione.
  • Persone a rischio ischemie cardiovascolari o cerebrali.
  • Chi è affetto da BPCO o broncopneumopatie croniche ostruttive.
  • Malattie più o meno gravi legati a problemi articolari che interessano spalla, gomito, polso, mano, anca, ginocchio, caviglia, piede e via dicendo. In questa categoria sono incluse patologie come tunnel carpale, artrite reumatoide, artrosi, instabilità muscolare ecc.
  • Chi è affetto da problemi posturali più o meno gravi, come la scoliosi ecc.
  • Patologie acute o croniche legate ai tendini.
  • Chi ha fratture ossee agli arti inferiori ancora in fase di “riparazione”.

Fonte: tg24.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *