Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Barbara Zangerl: secondo 9a con ‘Sprenggstoff’ | MountainBlogMountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Jacopo Larcher e Barbara Zangerl su “Odyssee”, parete Nord dell’Eiger (Alpi svizzere). Foto: © Alpsolut Pictures. Fonte: J.Larcher/instagram

L’austriaca realizza la seconda salita della via chiodata da Beat Kammerlander. Pochi mesi fa, la prima salita di Jacopo Larcher

Domenica 4 aprile, la forte scalatrice austriaca Barbara Zangerl, ha realizzato la seconda salita di ‘SprengiStoff’, linea attrezzata da Beat Kammerlander negli anni Novanta nell’area austriaca di Vorarlberg.

Il progetto (battezzato con il nome di Lorünser Projekt), è rimasto aperto per 25 anni fino a quando Jacopo Larcher  ha effettuato la prima salita, a novembre dello scorso anno.

Zangerl: «La via più difficile che ho scalato»

“All’inizio ho pensato che questa linea fosse al di là delle mie possibilità. Mi ci è voluto del tempo per trovare la motivazione per iniziare da zero e investire tutta la mia energia e immaginazione per trovare un modo per risolvere questo puzzle.
Tentare la via, dopo che Jacopo ha compiuto la prima ascensione lo scorso novembre, è stato molto eccitante.[…]
Pura resistenza alla potenza fino alla fine, gli errori non sono consentiti.
Volevo davvero riuscirci e ho cercato di trovare la perfezione in ogni movimento. È probabilmente la via più difficile e una delle lunghezze migliori che ho salito.”, ha raccontato Zangerl.

Barbara ha inaugurato il nono grado nella zona svizzera di Voralpsee con  Speed Intégrale (9a), a maggio 2018; l’atleta conta anche diversi 8c+/9A come ‘Everything is Karate’ (giugno 2019) a Bishop (USA) e ‘Instructor’ (maggio 2020), sempre nell’area di Vorarlberg.

Una cava minaccia la falesia

Barbara, oltre ad esaltare la bellezza di questa zona di arrampicata, ha posto l’attenzione su una possibile minaccia che incombe sulla falesia, in prossimità di una cava:

“Alla fine sono sempre un po’ triste quando un progetto si chiude”, scrive Barbara, “anche se è solo un altro pezzo di roccia! Ma può significare molto per noi gli scalatori. Spero davvero che questa parete rimanga qui molti anni, per la prossima generazione di scalatori. È sicuramente una di quelle pareti che corre un pericolo, perché si trova proprio accanto ad una cava e potrebbe non rimanere lì per sempre. Spero che questa zona venga preservata in futuro. “

„Sprengstoff“ 9a

At first I thought this line is beyond of reach for me.
It took some time to find the motivation to…

Pubblicato da Barbara Zangerl su Domenica 4 aprile 2021

Fonte: mountainblog.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *