Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Bando ai motori endotermici, non è vero che la Scozia ci aveva “ripensato”

La Scozia ha frenato sull’elettrico, anzi no. Nelle ultime ore è circolata la notizia che il Governo era pronto a rivedere la data per il phase-out sull’endotermico, scostandosi dalla legislatura britannica, spostando più in là il bando alla vendita di auto a benzina e Diesel dal 2030 al 2032.

Perché si è diffusa la notizia

E’ stato il Times il primo canale di informazione a dare la notizia, riportata poi anche dall’Ansa in Italia che ha scritto: “A causa della lentezza nella costruzione della rete di ricarica del Paese e degli elevati costi per far funzionare un’auto elettrica, il Governo scozzese ha posticipato al 2032 la data in cui le nuove auto a benzina e diesel saranno vietate dalla vendita. Lo ha detto ai parlamento di Edimburgo il segretario all’Energia e a Trasporti Michael Matheson sottolineando – riferisce il quotidiano The Times – che che il precedente obiettivo del 2030 di eliminare gradualmente i veicoli a combustione non è considerato fattibile”.

Insomma, un potenziale terremoto che avrebbe potuto dare una spinta a quegli stati europei, come Germania (e anche Italia), contrari al bando totale fissato dall’Unione Europea nel 2035.

La rettifica: tutta colpa di…

Un putiferio che immediatamente spinto il Governo scozzese a correre ai ripari e a chiarire subito la situazione, che riassumiamo così: non è successo niente, è tutto colpa di un refuso.

Esatto, tanto rumore per nulla, come messo nero su bianco dalla nota ufficiale scritta dagli scozzesi per chiarire la situazione: “Alcuni testi della (bozza ESJTP) contenevano un riferimento errato alle date di eliminazione graduale per auto e furgoni a benzina e Diesel. La formulazione è stata riletta e rivista, per riflettere il corretto impegno a eliminare gradualmente la necessità di nuove auto e furgoni a benzina e diesel entro il 2030, piuttosto che il 2032”.

Stando così le cose, nessun passo indietro della Scozia che resta allineata ai programmi di decarbonizzazione del Regno Unito che per l’industia automobilistica hanno fissano lo stop alla vendita di benzina e Diesel nel 2030 al quale seguirà il bando alle plug-in e full hybrid entro il 2035, per un futuro full electric e a 0 emissioni di Co2 entro il 2050.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *