Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ballottaggio Michetti-Gualtieri: i programmi su trasporti, rifiuti, verde e ambiente, politiche a confronto

La manutenzione del verde, le proposte per la gestione dei rifiuti, le iniziative da mettere in campo per sviluppare l’offerta dei servizi sociali e le ricette per migliorare la mobilità ed il trasporto pubblico. Tutti temi da affrontare per chi si pone l’obiettivo d’ amministrare la capitale. Questioni che, di fatto, sono presenti anche nei programmi elettorali di Enrico Michetti e Roberto Gualtieri, i due candidati in sfida al ballottaggio.

Proposte a confronto su Verde e ambiente

Verde e ambiente: ecco qual è la situazione attuale

Enrico Michetti per la Capitale ha previsto un piano destinato a mettere a dimora 10mila alberi “autoctoni ed identitari” da piantare anche nelle aree di parcheggio e nelle strade, compreso il Raccordo Anulare e la Roma Fiumicino. L’intenzione del candidato di centrodestra è poi quella di creare un’infrastruttura ciclopedonale in grado di raccordare le aree verdi, dai Castelli Romani fino al centro di Roma. Per la gestione degli spazi verdi poi Michetti ha deciso di scommettere su “Punti verdi qualità”, “punti verde infanzia” e “punti ristori” da affidare ai privati, in cambio della manutenzione di parchi e giardini. Nel programma il candidato di centrodestra fissa anche l’obiettivo di rilanciare la Tenuta di Castel di Guido e la Tenuta del Cavalieri,  attraverso la lavorazione di prodotti a chilometro zero.

Verde e ambiente: il programma dettagliato di Michetti

Per Roberto Gualtieri una delle priorità nella gestione del verde pubblico riguarda il rafforzamento del Servizio Giardini. Al tempo stesso l’ex ministro punta sul coinvolgimento dei cittadini, da valorizzare attraverso l’approvazione del Regolamento dei Beni Comuni. Ai municipi invece, nell’ottica di un maggiore decentramento amministrativo, il candidato di centrosinistra mira a dare in gestione le aree sotto i ventimila metri quadrati. Il tema della cocciniglia trova spazio nel programma di Gualtieri che, per contrastare il parassita che sta infestando i pini, ha previsto l’elaborazione di una “task force per attuare un piano emergenziale”. Invece per quanto riguarda gli interventi destinati alla manutenzione del verde verticale ed orizzontale, il candidato di centrosinistra ha previso nel programma l’intenzione di affidarsi ad “appalti unici”.

Verde e ambiente: il programma dettagliato di Gualtieri

Proposte a confronto sulla gestione dei rifiuti

Rifiuti a Roma ecco qual è la situazione attuale

Per migliorare la gestione dei rifiuti Michetti ha inserito, come obiettivo, quello di puntare sul raggiungimento del 65-70% di raccolta differenziata, “una soglia con cui – si legge nel programma – Roma otterrebbe decine di milioni di euro dai consorzi di filiera”. Sul piano degli impianti nel suo programma fa riferimento all’attivazione della quarta linea nell’impianto Acea di San Vittore ed alla “realizzazione di impianti di ultima generazione per la produzione di idrogeno e di biocarburanti”. Per quanto riguarda la gestione di Ama, Michetti mira ad acquistare nuovi mezzi, ad assumere ulteriori lavoratori, ad investire sui cassonetti a scomparsa ed a raddoppiare i centri raccolta presenti a Roma. Tra le novità compare l’intenzione di adottare il sistema dalla “Plastic Road” che punta sull’utilizzo della plastica riciclata per realizzare ciclabili, strade e marciapiedi.

Gestione dei rifiuti: il programma dettagliato di Michetti

Nel suo programma Gualtieri fissa l’obiettivo di portare la raccolta differenziata sopra il 50% entro i primi due anni e tra il 65 ed il 70% entro fine consiliatura. Il candidato di centrosinistra prevede inoltre di dotare Roma d’una serie di impianti e di ridurre la TARI del 20% in 5 anni. Nel dettaglio l’ex ministro prevede la realizzazione di massimo 3 impianti di tritovagliatura con cui pre-trattare 1.000 tonnellate d’indifferenziata al giorno e la pubblicazione di una gara per due impianti di compostaggio. Nel medio periodo il candidato di centrosinistra vuole aumentare i centri di raccolta, portandoli ad uno ogni 50mila abitanti, potenziare gli impianti di Maccarese e costruire un TMB nuovo per arrivare alla chiusura di quello di Rocca Cencia. Gualtieri prevede anche la realizzazione di 2 discariche di servizio. Nel programma dell’ex ministro si fa riferimento inoltre ad un “patto per il lavoro“ con i dipendenti dell’Ama ed alla creazione dell’“Ama di Municipio“ con 15 sezioni aziendali e manager di zona. E’ prevista anche la riorganizzazione del servizio di spazzamento e raccolta oltre che una pulizia straordinaria. Obiettivi, questi ultimi, da realizzare nell’immediato.

Gestione dei rifiuti: il programma dettagliato di Gualtieri

Proposte a confronto su Trasporti e mobilità

Trasporti e mobilità: ecco qual è la situazione attuale

Sul piano della Mobilità il candidato di centrodestra ha previsto un “Piano Marshall” da 250 milio di euro l’anno per 5 anni, per recuperare i6mila km di strade e per salvaguardare i sampietrini. Per quanto riguarda i trasporti ed in particolare l’Atac, che ha intenzione di mantenere pubblica, Michetti prevede il ritorno del “bigliettaio” come “assistente di bordo e garante dell’ordine”. Sul piano del trasporto su ferro nel programma si cita l’obiettivo di chiudere l’anello ferroviario e di far prendere in carico al comune la Roma Lido. Per lo sviluppo della rete metropolitana ha intenzione di creare dei capolinea oltre il GRA, da associare alla creazione di parcheggi di scambio. Punta poi ad estendere la linea C fino all’ospedale Sant’Andrea e prevede un prolungamento fino a Torrevecchia e Casalotti. C’è spazio anche per la B1 fino a Porte di Roma e per portare la linea B a Casal Monastero a nord ed a Cecchignola a Sud.

Trasporti e mobilità: il programma dettagliato di Michetti

Roberto Gualtieri ha affrontato il tema della mobilità attraverso una serie di una serie di interventi da presentare “nei primi 100 giorni almeno 20 lotti” per attuare un piano con “scadenze annuali e verificabili”. Per realizzare un sistema di mobilità “più efficiente e sostenibile”, l’ex ministro punta innanzitutto su una nuova governance integrata del sistema della mobilità “che vedrà partnership con ASTRAL e COTRAL”.Il candidato di centrosinistra definisce “uno degli assi della nostra idea di servizio” anche la cosiddetta “cura del ferro”, declinata come “un sistema integrato di ferrovie, metropolitane e rete tranviaria con stazioni trasformate in hub dell’intermodalità”.  Per riorganizzare il traffico ha previsto di puntare sull’intermodalità da realizzare attraverso nuovi parcheggi di scambio, l’estensione dello sharing anche nelle periferie, la rimozione sistematica dei veicoli abbandonati ed una diversificata tariffazione della sosta a pagamento. Mira inoltre a “dare un nuovo ruolo a Taxi e NCC”,  ed annuncia l’intenzione di definire “nuove regole per la logistica urbana delle merci”, in modo da efficientare il settore, rendendolo compatibile con le necessità di movimento dei cittadini.

Trasporti e mobilità: il programma dettagliato di Gualtieri

Proposte a confronto sui servizi sociali

Politiche sociali: ecco qual è la situazione attuale a Roma

Nel programma elettorale Michetti fa menzione di u “piano regolatore dell’infanzia”: una cabina di regia per il monitoraggio e la programmazione dei servizi educativi e scolastici per famiglie e donne lavoratrici. Ha intenzione di dare “priorità ai residenti” nell’accesso ai servizi sociali ed ha inserito l’obiettivo di evitare le classi ghetto, oltre che di riattivare il progetto “scuole di solidarietà” dedicato all’insegnamento dell’italiano, alla mediazione culturale e all’educazione della cittadinanza. Sul piano della solidarietà prevede la creazione di un anagrafe sociale destinato all’assistenza delle persone più bisognose. Come altri candidati punta sul co-housing “per sconfiggere la povertà e l’esclusione sociale” e mira al coinvolgimento degli anziani in lavori utili sul piano sociale. Sul fronte delle disabilità ha in agenda la costituzione di sportelli per il “Trust” ed il “Dopo di noi”ed ha annunciato, nel programma ,percorsi programmati di accompagnamento per agevolare l’uscita dal nucleo familiare dei cittadini con disabilità.

Politiche sociali: il programma nel dettaglio di Michetti

Per Roberto Gualtieri occorre riorganizzare il sistema di welfare cittadino. Per farlo il candidato di centrosinistra ha previsto ha nel programma  “il nuovo piano regolatore sociale” che servirà a riequilibrare l’offerta di servizi sociali in città e il potenziamento della capacità di spesa sociale dei municipi. L’ex ministro ha promesso di puntare anche su “un grande programma di valorizzazione della terza età attiva”, su progetti legati al co-housing e su azioni di prevenzione dell’isolamento degli anziani. Nel programma elettorale Gualtieri fa inoltre riferimento a “progetti di vita indipendenti che prevedano misure d’inserimento lavorativo” per le persone con disabilità. E contro le discriminazioni, ha previsto l’istituzione di sportelli per la Cittadinanza che favoriscano l’intermediazione e l’integrazione tra diverse culture. Il candidato di centrosinistra inoltre prevede la creazione di una nuova Agenzia per le politiche abitative e l’attivazione di strumenti per favorire l’accesso al mutuo per la prima casa.

Politiche sociali: il programma nel dettaglio di Gualtieri

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *