Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Baby Fernandez nella storia: a 18 anni in semifinale coi consigli di papà

Un match lottatissimo con l’ucraina bronzo a Tokyo, è la più giovane dalla Sharapova nel 2005: “Ho creduto nel mio sogno”

Una lotta serratissima, entusiasmante, un match divertente e pieno di capovolgimenti di fronte. Alla fine, in semifinale allo Us Open ci va Leylah Fernandez, 18enne numero 73 al mondo, che dopo aver fatto lo sgambetto alla campionessa uscente Naomi Osaka, e la tre volte campionessa Slam Angie Kerber, ha battuto anche Elina Svitolina, bronzo ai Giochi di Tokyo. È finita 6-3 3-6 7-6 (5). Incredula la Fernandez, canadese di mamma filippina e papà ex calciatore dell’Ecuador: “Sinceramente non ho neanche idea di come senta adesso – ha detto dopo la vittoria-. Mi sono ripetuta di avere fiducia nei miei colpi, che a costo di perdere avrei dovuto giocare il mio tennis e sono felice di esserci riuscita.

Tra papà e coach

—  

In tribuna ad applaudire la mamma e il fitness coach di origine cubana Duglas Cordero, che ha lavorato per anni con Fabio Fognini. Ma l’ispirazione gliel’ha data papà George che è anche il suo allenatore, sebbene arrivi dal calcio: “Mio padre mi ha sempre detto un sacco di cose, ma stavolta quando l’ho sentito prima di entrare in campo mi ha solo detto: ‘È la tua prima volta nei quarti di uno Slam, vai e divertiti e fai in modo che non sia la tua ultima partita. Combatti per i tuoi sogni”. Intanto, grazie agli allenamenti in spiaggia a cui la sottopone Cordero, è già diventata la più giovane in una semifinale agli Us Open dalla Sharapova nel 2005. Il sogno continua.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *