Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Azzurrini ancora a medaglia, Micheli trionfo storico

Qualche lampo di ottimismo per il salto ostacoli azzurro al “quattro stelle” di Walkenswaard. Gaudiano (Crack Balou) ha vinto venerdì la “150” a tempo valida per la computer list Fei, sabato (Vasco 118) si è imposto nella prova a cronometro “due stelle” e infine ieri si è piazzato terzo ancora con doppio zero (Crack Balou) nel GP di 1,55 m. vinto dal francese Delestre (Dexter Fontenis Z), secondo il “tulipano” Vrieling (Fiumicino vd Kalevallei). Poi 9° De Luca (Scuderia 1918 Highlight W, 0ritirato) 12esimo Bucci (Cochello, 4 al “base”).

Insomma i nostri hanno realizzato qualche percorso netto, che ai Mondiali è ciò che serve.

Vero exploit invece quello degli azzurrini a Lamotte Beuvron, Francia, nel campionato del mondo “club” di salto ostacoli pony, primo livello dopo l’equitazione ludica.

Il team ha conquistato la medaglia d’oro (la Grasso Biondi-Kant Jes S Curioso, la Valsecchi-Chic d‘Euro, la Frizzarin-Uzard d Haligan e Della Cagna-Winner All Right, capo équipe M.T Panzeri), concludendo con sole 4 penalità. La seconda medaglia del weekend è quella di bronzo conquistata dalla junior Giulia M. Pavesi (Greenhall Denny River) nell’Europeo giovanile di completo a Hatpury, Inghilterra. Performance che ha trascinato la squadra fino alle soglie del podio, al 4° posto (la Grizzetti-Junco,

Petrini-Scuderia 1918 Vivian, la Sacchetti su Barnadown Whos Who).

La terza medaglia riguarda il pentathlon ma è arrivata grazie a una eccellente performance proprio nella prova di equitazione: nel campionato del mondo ad Alessandria d’Egitto Elena Micheli, 23enne atleta reatina del Centro Sportivo Carabinieri ha conquistato il titolo iridato dominando anche la prova di salto ostacoli a cavallo.

Una grande conferma sia della scuola italiana sia dell’importanza che in questo sport ha l’equitazione, che alcuni verrebbero eliminare dal pentathlon dopo i fatti di Tokyo, nonostante un recente sondaggio abbia rivelato che il 90% dei pentatleti vuole che l’equitazione rimanga.

Paolo Manili

Fonte: quotidiano.net

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *