Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Azzurri, Mattarella: «Titolo pienamente meritato». Draghi: «Lo sport è un ascensore sociale»

Malagò: «Sport italiano mai come oggi forte e apprezzato»

«Lo sport italiano oggi come mai è forte e apprezzato. I colleghi del Cio mi hanno mandato complimenti che giro ai presidenti Gravina e Binaghi, al calcio e al tennis, che rendono grande l’Italia e il nostro sport, e il nostro Paese non può che esserne felice», ha sottolineato il presidente del Coni, Giovanni Malagò, al Quirinale. «Presidente – ha detto Malagò rivolgendosi a Mattarella – grazie per questa meravigliosa iniziativa, organizzata una volta tanto nell’immediatezza delle vicende sportive. Quando i suoi uffici hanno pensato di incontrare i protagonisti di questa meravigliosa giornata, non solo di sport, non si conosceva il risultato finale. Ma lei, con la sua consueta, proverbiale sensibilità verso il nostro mondo, ha voluto pensare ai protagonisti sia nel caso di vittoria si di sconfitta per rendergli omaggio».

Gravina: «Questa nazionale è l’Italia che vuole ripartire»

«Questa nazionale è l’Italia: ha interpretato al meglio il suo sentimento di unita’, con un grande potenziale di coesione, da paese ferito ma con una grande voglia di ripresa», ha detto il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, intervenendo al Quirinale. «La nazionale è una grande bellezza, non solo nel gioco, ma nei valori, il punto di partenza per le riforme del nostro mondo, ma anche per il Paese», ha detto Gravina. A Draghi il presidente della Federcalcio ha detto: «Il suo Governo ha contribuito in maniera fattiva al successo organizzativo di un Europeo entrato nella storia prima ancora di essere giocato. Dopo mesi di sofferenza e difficoltà Euro 2020 è stato l’evento della ripartenza con Roma e il suo pubblico protagonista ed p stato il torneo che ha esaltato i valori della Nazionale azzurra».

Maglia e racchetta,doni a Mattarella dagli azzurri e Berrettini

Una maglia numero 10 personalizzata, con le firme di tutti gli azzurri campioni d’Europa del calcio: è il dono che la Nazionale e il presidente della Federcalcio Gravina, hanno consegnato a Mattarella. In occasione della cerimonia al Quirinale dove è stato ricevuto anche Matteo Berrettini, il primo tennista finalista a Wimbledon che, a sua volta, assieme al presidente della Federtennis Angelo Binaghi, ha regalato al capo dello Stato una racchetta. Al termine della cerimonia la foto di gruppo, con gli atleti schierati dietro un lungo striscione tricolore, e Mattarella in posa con loro fra il team manager azzurro Gabriele Oriali e Berrettini.

Leggi anche

Berrettini, unico italiano ad aver raggiunto la finale di Wimbledon

Mattarella ha assistito alla finale del Campionato europeo di calcio Italia – Inghilterra allo Stadio di Wembley di Londra, che si é conclusa con la vittoria della Nazionale azzurra. Nell’intervallo il presidente Mattarella ha incontrato Matteo Berrettini facendogli i complimenti. «Ci vediamo domani», gli ha detto. Berrettini è l’unico tennista italiano della storia ad aver raggiunto la finale a Wimbledon.

Anche il Papa ha gioito per la vittoria degli Azzurri

Papa Francesco, ancora ricoverato al Policlinico Gemelli dopo l’intervento, ha gioito per la vittoria dell’Italia agli Europei e dell’Argentina nella Coppa America. «Nel condividere la gioia per la vittoria della nazionale argentina e di quella italiana con le persone che gli sono vicine, Sua Santità – riferisce il portavoce Matteo Bruni – si è soffermato sul significato dello sport e dei suoi valori, e su quella capacità sportiva di saper accettare qualsiasi risultato, anche la sconfitta: “solo così, davanti alle difficoltà della vita, ci si può sempre mettere in gioco, lottando senza arrendersi, con speranza e fiducia”».

Fonte: ilsole24ore.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *