Viva Italia

Informazione libera e indipendente

AutoLook Week, il grande show dei motori è cominciato

TUTTO IL MEGLIO DEI MOTORI DA CORSA – Lo spettacolo dei grandi motori da corsa di ieri e di oggi è cominciato a Torino. AutoLook Week è già entrata nel vivo: ieri sera, dopo l’inaugurazione alle Officine Grandi Riparazioni di Torino, luogo simbolo della Torino industriale di fine Ottocento, lo show si è spostato nella centralissima piazza San Carlo. Qui, fino alla prossima domenica rimarranno esposte più di cinquanta automobili e motociclette che – con uno sguardo a tutto campo, dalla Formula 1 al rally, dalle gare di durata alla Formula Indy – racconteranno ai visitatori l’evoluzione dello sport motoristico dagli albori ai giorni nostri. In mostra, a beneficio (gratuito) del pubblico, veicoli entrati nella leggenda che hanno infiammato e continuano a infiammare i cuori degli appassionati, accorsi in gran numero ieri sera per gustarsi le emozioni regalate da rombi di motori che sono autentici capolavori d’ingegneria.

DA TORINO A MONZA, UNA GRANDE FESTA – Alla AutoLook Week, tra due gigantesche ali di folla, lungo il tratto di via Roma che unisce le piazze Castello e San Carlo, hanno sfilato modelli che, di solito, si ammirano in fotografia o nelle sale dei musei. Un puzzle dinamico che, un tassello dopo l’altro, ha ricostruito con grinta e passione oltre cent’anni di storia, accendendo potenti riflettori su Torino, la città che ha dato il via, alla fine del XIX, all’avventura dell’automobile italiana, portandola in tutto il mondo, e sullo storico autodromo di Monza, che questo mese festeggia i cent’anni dall’inaugurazione (qui la news) e il prossimo weekend ospiterà il Gran Premio d’Italia, sedicesima tappa della stagione 2022 di Formula 1.

LEGGENDE IN DÉFILÉ – Per appassionati e curiosi, AutoLook Week è una tappa da non perdere e nella quale fare il pieno di emozioni nella marcia d’avvicinamento al Gran Premio d’Italia. A Torino, ieri sera, amplificata dai portici che circondano via Roma e piazza San Carlo, la sinfonia dei motori ha tenuto col fiato sospeso la platea per circa un’ora. In un gioco in cui, per gli intenditori, è stato divertente provare a distinguerli, si sono accavallati rombi da far tremare i polsi. Come quelli delle Lancia del passato che hanno fatto grandi i rally: dalle Stratos e 037 degli anni ’70 e ’80, entrambe illustri e magnifiche testimoni di una brutalità pura che oggi, per forza di cose, è solo un ricordo (e proprio per questo lascia ancor di più a bocca aperta) alla Delta Integrale, regina indiscussa, a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, di una disciplina che molto ha contribuito a rendere popolare e amata in tutto il mondo come forse non lo era mai stata prima. Sono solo alcune delle leggende su ruote che hanno solcato l’asfalto liscio del centro torinese e che, fino alla prossima domenica, ad appassionati e curiosi daranno un motivo in più, in questi ultimi scampoli d’estate, per fare un salto nella città della Mole.

Foto di Riccardo Giordano

Fonte: alvolante.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *