Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Auto: nasce nel torinese centro ricerca su motori elettrici – Piemonte

(ANSA) – TORINO, 30 SET – Il Politecnico di Torino
affiancherà il Comune di Pianezza per la creazione di un Centro
di Ricerca per la progettazione di motori elettrici in un’area
che è stata riclassificata come “di interesse collettivo” e verrà riqualificata grazie a finanziamenti provenienti dal Pnrr
e da fondi strutturali. Primo step del progetto è stata la firma
di un Protocollo d’Intesa tra il rettore del Politecnico di
Torino, Guido Saracco e il sindaco del Comune di Pianezza.
    Antonio Castello.
    L’accordo, della durata di tre anni, prevede che il Comune
di Pianezza metta a disposizione gli spazi e i progetti di
intervento per consentire l’avvio della raccolta delle
manifestazioni di interesse dei soggetti pubblici e privati
interessati a contribuire alla creazione del Centro. Il
Politecnico fornirà il necessario supporto scientifico per le
attività di ricerca, studio e formazione che si svolgeranno nel
centro. Il progetto consentirà la conversione delle aziende del
territorio attraverso la valorizzazione del ruolo dell’industria
di produzione dei motori e di tutta la filiera industriale di
settore.
    “Con questo accordo il Politecnico aggiunge un altro
importante tassello nel processo di supporto e potenziamento
all’economia del territorio e alle piccole e medie imprese che
vogliono avviare un processo di riconversione industriale. Con
queste sinergie contribuiremo a dare un nuovo impulso
all’economia, all’occupazione e alla formazione dei giovani”,
spiega Saracco. “Il Protocollo con il Politecnico di Torino –
afferma Castello – completa un processo avviato da tempo e
destinato a incidere notevolmente sul futuro del nostro
territorio. Una collaborazione istituzionale, che vedrà il
coinvolgimento delle diverse aziende del territorio”. (ANSA).
   

Fonte: ansa.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *