Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Auto, F1, motori, turismo, stili di vita Brasile: ben quattro opzioni per la miglior strategia di gara – MotoriNoLimits | Auto, F1, motori, turismo, stili di vita

Share

È George Russel il vincitore dell’ultima F1 Sprint della stagione, in Brasile. Il pilota Mercedes passa sotto la bandiera a scacchi davanti alla Ferrari di Carlos Sainz e al compagno Lewis Hamilton, tutti e tre montando un set nuovo di P Zero Red soft. Quarta posizione per la Red Bull di Max Verstappen, su P Zero Yellow medium. Gara su due strategie con la maggior parte dei piloti partiti con le Soft ad eccezione di Verstappen, secondo in griglia, e Nicolas Latifi (sedicesimo) che hanno invece optato per un set di Medium nuove. La sfida tra le mescole C3 e C4 si è concretizzata nel corso della Sprint quando il pilota Red Bull in testa ha dovuto lottare contro Russel e Sainz, perdendo poi la posizione. Solo Fernando Alonso su Alpine ha dovuto fermarsi per un pitstop dopo un contatto con il compagno Ocon. Nella sosta ha montato un set di Soft, questa volta usate, per proseguire poi la gara arrivando quindicesimo alla fine. Il poleman Magnussen, dopo un’ottima partenza, è scivolato fino all’ottava posizione, portando però in casa Haas un punto prezioso.

Nonostante una probabilità di pioggia nelle previsioni meteo, la F1 Sprint si è corsa con il sole, con una temperatura ambientale tra i 22 e i 23 gradi. L’asfalto ha invece fatto registrare valori tra i 31 e i 34 gradi circa. Confermate le previsioni sul divario prestazionale tra i diversi tipi di mescola. Tenendo conto dell’evoluzione della pista, tra P Zero White hard e P Zero Yellow medium si è stimata una differenza di 0.7s, divario più sottile tra Medium e Soft, che si attesta su 0.3s. Le prove libere sono servite ad alcuni team per prepare le strategie per il pomeriggio mentre altri si sono concentrati sulla gara di domenica. La Soft ha permesso a Esteban Ocon di girare in 1m14.604s. Perez e Russell hanno firmato gli altri due migliori tempi a 184s e 312s dal pilota Alpine, sempre su C4 usata. La temperatura dell’asfalto è rimasta tra i 48 e 50 °C.

APPUNTI DI STRATEGIA

Ben quattro le opzioni per la miglior strategia di gara. Le prime due, con valori molto vicini fra loro, prevedono una doppia sosta. La prima, con partenza su mescola Soft, cambio con Medium, montando ancora Medium fino alla fine. Oppure, sempre con partenza su Soft, passare alle Medium e concludere su Soft. Opzioni simili dove tenere in considerazione il fattore meteo-temperatura asfalto dato che la partenza sarà alle 15 e non alle 16:30.

Per chi invece decidesse di puntare su un singolo passaggio ai box, si prevede la partenza su mescola Medium oppure su Soft e cambio con P Zero White Hard, con conseguente allungamento dello Stint finale. Due opzioni anche in questo caso molto simili, con forse un maggior vantaggio utilizzando la mescola più morbida nelle fasi iniziali del Gran Premio. Quattro opzioni emblematiche di come in F1 i dettagli facciano la differenza, tenendo sempre comunque conto che è soprattutto su un circuito corto e veloce come quello di Interlagos che traffico, incidenti e safety car possono rimettere in discussione ogni strategia studiata a motori spenti.

Print Friendly, PDF & Email

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *