Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Australian Open 2023, derby Darderi-Bellucci nell’atto conclusivo delle qualificazioni, avanza Arnaldi

E’ calato il sipario su questa giornata del secondo turno delle qualificazioni degli Australian Open 2023. Sui campi di Melbourne si è giocato con l’obiettivo di conquistare un posto nel tabellone principale del primo Slam dell’anno e per gli azzurri alterne fortune. Si può affermare già da ora che il contingente italiano, al maschile, sarà arricchito almeno di una unità. Attualmente il Bel Paese è rappresentato da Matteo Berrettini, Jannik Sinner, Lorenzo Musetti, Lorenzo Sonego e Fabio Fognini.

Ebbene saranno Mattia Bellucci e Luciano Darderi a contendersi l’ambito pass. Bellucci (n.153 del ranking) ha sconfitto nel derby tricolore Francesco Passaro (n.120 ATP) per 7-6 (5) 6-3. Una sfida molto equilibrata e con tanti ribaltamene di fronte, che ha sorriso al mancino tricolore nativo di Busto Arsizio. Altro scontro tutto italiano nella Finale delle “quali” contro Darderi (n.205 del ranking), vittorioso contro il padrone di casa Dane Sweeny (n.240 del mondo) per 7-5 1-6 6-1 in 2 ore e 2 minuti di partita. Si prospetta un confronto interessante.

In rimonta poi la vittoria di Matteo Arnaldi (n.134 del ranking) contro l’altro australiano, Alex Bolt (n.639 ATP). L’azzurro ha sofferto non poco la potenza del dritto mancino del suo avversario, che si è aggiudicato con il punteggio di 7-5 il primo set. Bravo Arnaldi a reagire e a prevalere sullo score di 7-5 6-4. Sulla sua strada un altro esponente aussie, ovvero Max Purcell (n.204 del mondo), a segno per 6-4 7-5 contro il bosniaco Damir Dzumhur (n.177 ATP) per 6-4 7-5.

Non poco rammarico sulla battuta d’arresto di Giulio Zeppieri (n.168 del mondo) contro lo svizzero Leandro Riedi (n.135 del ranking). Il nostro portacolori è stato battuto per 3-6 7-6 (4) 7-6 (11), trovandosi in vantaggio di un break nel secondo e terzo set, e vanificando tre palle match nel tie-break della frazione decisiva. Uscite di scena poi per Gianluca Mager (ko contro l’ucraino Krutykh per 6-2 7-6 (3)), Raul Brancaccio (sconfitto 6-7 (4) 6-4 7-5 dall’australiano Schoolkate) e per Andrea Pellegrino (eliminato dall’ungherese Piros sullo score di 6-2 7-5).

Foto: LaPresse

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *