Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Auriemma: “Il mercato chiama ed il Napoli scalda i motori”

Gli Europei all’orizzonte rappresentano un freno al mercato delle squadre di mezza Europa. La ragione è evidente: chi ha un pezzo pregiato in squadra, aspetta di capire se ci sarà la sua esplosione nel corso della competizione continentale per nazioni. A meno che i ricchi club di Germania ed Inghilterra non decidano di fare offerte irrinunciabili, anche al di fuori della vetrina europea. Il pezzo pregiato del Napoli si chiama Fabian Ruiz, talento della nazionale spagnola che con i suoi 25 anni, può essere appetito da formazioni di primissima fascia, quali il Real Madrid del suo mentore Carlo Ancelotti ed il Barcellona che è sempre alla ricerca di elementi che sappiano dare del tu al pallone.

Poi, se gli sceicchi del Psg volessero sbaragliare la concorrenza, avrebbero gli strumenti giusti per convincere De Laurentiis, come già fecero in passato con Lavezzi e Cavani. Intanto lo staff mercato del Napoli si sta guardando intorno, perchè ha la necessità di rifare completamente il settore centrale della squadra, da dove è già andato via Bakayoko (è rientrato al Chelsea dopo il prestito di un anno) e Fabian Ruiz è destinato ad un trasferimento per il quale si spera di incassare non meno di 50 milioni di euro. Inoltre, è tutto da verificare il destino di Diego Demme, titolare di un contratto da 2,5 milioni a stagione, mentre su Lobotka la decisione verrà presa al termine degli Europei: se farà un buon percorso con la Slovacchia, il club potrebbe anche decidere di lasciarlo nelle mani del coach Spalletti per programmare il suo rilancio.

Alla ricerca dell’uomo giusto per il centrocampo

Nell’attesa che arrivino le risorse dalla cessione di Fabian Ruiz e, forse, anche quelle immaginate per l’addio di Koulibaly, il ds Giuntoli sta individuando i profili dei centrocampisti sulla scorta di quelle che sono state le indicazioni fornite dal nuovo allenatore del Napoli: serve un mediano che abbia qualità, ma soprattutto rapidità e forza. L’identikit porta ad un calciatore che il Napoli ha ceduto all’Everton, il brasiliano Allan, ed un altro che il club aveva provato più volte a prendere, il francese Veretout. Con una differenza importante: che abbia anche centimetri per dominare sulle palle alte. Tra le varie ipotesi, ne è arrivata una precisa sulla scrivania del direttore sportivo: Andrè Zambo Anguissa. E’ un mediano di 25 anni, camerunense di proprietà del Fulham appena retrocesso in Championship. Per questa ragione il club inglese non può permettersi un elemento così importante e lo ha messo in vetrina per la cifra iperbolica di 30 milioni. A queste condizioni il Napoli non lo prenderà mai, piuttosto propone un prestito oneroso con diritto (oppure obbligo) di riscatto e pagamento del cartellino al prezzo di 20 milioni pagabili in quattro anni. Nel carnet di Giuntoli c’è anche Toma Basic, 24enne croato del Bordeaux, il cui cartellino vale 15 milioni di euro. E’ un buon profilo, però è troppo simile a Fabian Ruiz. Anche nel suo caso è stato chiesto ai girondini di averlo in prestito per un anno.

Fonte: tuttomercatoweb.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *