Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Attraversa e viene investita vicino casa, morta un’anziana: caccia al pirata della strada

È morta dopo un giorno e mezzo di agonia, Maria Luisa Abballe, per tutti Marisa, investita a circa 700 metri da casa e uccisa da un pirata dalle strada lo scorso 5 gennaio. Nelle prime ore di venerdì 7 gennaio, il suo cuore ha smesso di battere. Troppo gravi i politraumi riportati dall’anziana di 89 anni. Maria Luisa Abballe diventa così una delle tre vittime della strada di questo tragico inizio del 2022, dopo il 18enne Francesco Ferrara morto in un incidente in via Casilina e al ragazzo di 29 anni, morto dopo essere finito contro un albero alle tre del mattino del 7 gennaio, sul lungotevere.

Questa vicenda, per certi versi, è ancora più drammatica. Ancora non si sa, infatti, chi ha investito la donna. Stando a quanto trapelato dalla polizia locale, che indaga con il gruppo VI Torri, l’89enne era in via Walter Tobagi quando sarebbe stata investita da una vettura. Forse un suv o un furgone. Un’ipotesi al momento che non viene né confermata, né smentita dagli inquirenti, che stanno lavorando a bocche cucite per far luce sul sinistro. 

Di certo c’è che i vigili hanno trovato la signora Abballe, riversa in strada mercoledì 5 gennaio poco dopo le 17.30. Il corpo era all’altezza del civico 103, in un tratto di strada tra un benzinaio e un chiosco di frutta e verdura, ad una decina di metri dalle strisce pedonali. L’anziana, secondo la prima ricostruzione fatta, era in quel momento da sola e stava attraversando la strada. 

Non è escluso che sia stata sbalzata per diversi metri. Soccorsa dai sanitari del 118, è stata quindi trasportata al policlinico Casilino. Nella notte le complicanze, Maria Luisa Abballe non ce l’ha fatta ed è morta alle prime ore di oggi. A dare notizia dell’incidente era stata la nipote dell’anziana che sui social ha lanciato un appello per risalire all’investitore: “Durante l’accaduto era presente una testimone mora con i capelli ricci che ha visto la scena (non abbiamo altri dati per rintracciarla, se può mi contatti) e ha riferito di un furgone o un suv bianco che procedeva a velocità sostenuta. Dopo l’impatto ha rallentato e poi è ripartito in direzione Casilina. Era molto conosciuta nelle zona abitando a vicino al bar 71. Aiutateci a trovare il colpevole”.

E poi, ancora, un appello al pirata della strada: “Costituisciti, è meglio che ci vai di tua spontanea volontà perché le telecamere forniranno la targa e la tua immagine”. 

La polizia locale, secondo quanto si apprende, ha chiesto l’acquisizione delle telecamere della zona per risalire al conducente che ha centrato l’anziana per poi scappare. A complicare le indagini, però, c’è il fatto che l’incidente sarebbe avvenuto durante un temporale, fatto che ha reso complicati i primi rilievi. Gli investigatori del gruppo Torri sono al lavoro. Il pirata della strada rischia un’accusa per omissione di soccorso e omicidio stradale.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *