Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Atletico shock, l’Alaves ultimo in classifica fa festa: prima volta dal 2002

Cinque sconfitte in 5 partite, un solo gol fatto fino a ieri per i padroni di casa. Decide Laguardia in avvio. Per Simeone arriva una settimana al veleno con Milan e Barcellona all’orizzonte

Dal nostro corrispondente Filippo Maria Ricci @filippomricci

Sorpresa a Mendizorroza. L’Alaves che aveva perso le sue prime 5 partite segnando un solo gol (alla prima giornata) ha battuto 1-0 l’Atletico Madrid che a Vitoria non perdeva dal 2002. Per la quarta volta in questa stagione la squadra di Simeone è andata sotto, e stavolta non è riuscita a rimontare. Pessimo risultato per i colchoneros alle soglie di una settimana complicata, con la visita al Milan prevista per martedì e la sfida col Barça di sabato prossimo. Calleja, a rischio licenziamento, respira, il Cholo ha tanti pensieri. Il suo Atletico gioca poco e, sorpresa, non difende granché bene.

GRIEZMANN GRIGIO

—  

Simeone con Koke in panchina e Joao Felix squalificato ha ritrovato Kondogbia e ha insistito con Griezmann, e gli è andata male. Il centrafricano è stato ammonito (ingiustamente) e salterà la sfida col Barcellona per squalifica, il francese ha infilato un’altra prestazione decisamente grigia.

GOL IMMEDIATO

—  

Per l’Atletico nemmeno un tiro tra i pali di Pacheco in un primo tempo che si è aperto col gol di Laguardia: testata potente del capitano su angolo di Luis Rioja, con dormita di Felipe e Savic. La ripresa è stata più viva: l’Atletico ha sfiorato il pareggio su una punizione di de Paul che nessuno è riuscito a toccare, la palla stava per entrare, ma sulla linea Laguardia l’ha respinta.

CAMBI INFRUTTUOSI

—  

Il Cholo dopo un quarto d’ora ha fatto 4 cambi in 3 minuti inserendo Cunha, Correa, Renan Lodi e Hector Herrera e giocando con 4 punte visto che sono rimasti in campo Suarez e Griezmann. Correa ha scosso i madrileni dal letargo, ma è stato fermato da Pacheco e i suoi compagni non l’hanno certo aiutato. E dietro l’Atletico ha ballato tanto ed è stato graziato prima da Loum e poi da Pina che hanno sparato alto due conclusioni simili dal centro dell’area, divorandosi due occasioni incedibili.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *