Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Atletica leggera: più sport in uno per la massima espressione sportiva

Non solo corsa: l’atletica leggera è uno sport variegato che offre diversi benefici. Ne abbiamo parlato con l’esperta di Orangogo, il motore di ricerca dello sport

La Redazione

L’atletica leggera è uno degli sport più praticati in Italia. Grazie alle molteplici discipline che comprende, quali corsa, lanci, salti, ecc. offre numerose opportunità di espressione sportiva che, tra l’altro, vengono insegnate ai bambini fino agli 11/13 anni, periodo in cui i giovani atleti decidono di specializzarsi in una o più specialità, in base alle personali predisposizioni e preferenze. In sostanza, l’atletica è uno sport davvero variegato e con molte possibilità di scelta: è sbagliato ritenere che corrisponda soltanto alla corsa. 

Ne abbiamo parlato con Ambra Nagliati, psicologa dello sport di Orangogo, il motore di ricerca degli sport, che ha intervistato alcuni allenatori di atletica leggera, scoprendo che questa attività sportiva sviluppa diverse capacità psico-fisiche che si differenziano in base alla disciplina presa in esame. Ne elenchiamo alcune: 

  1. Capacità di controllo del movimento: più si controlla consapevolmente il corpo, più il gesto risulta efficace. Nei salti, ad esempio, è fondamentale percepire ogni singola fibra del proprio corpo: per poter compiere correttamente un qualsiasi tipo di salto l’atleta deve sapere quanto è necessario che il suo ginocchio sia alto al momento dello stacco da terra, per riprodurlo il più possibile ed esserne consapevole ogni volta. 
  2. Disciplina: questo sport è “oggettivo” perchè si basa su valutazioni a tempo (gare in pista), lunghezza (es. lanci) e altezza (es. salto in alto). Inoltre è meritocratico e ti spinge ad acquisire una certa dose di disciplina, infatti è necessario allenarsi con costanza per poter raggiungere anche solo un piccolo risultato o miglioramento; diversamente, dedicarvi del tempo una volta ogni tanto, potrebbe far perdere quei pochi cm o secondi conquistati. In altri sport questa “durezza” di feedback è meno percepita perchè la valutazione si basa anche su altri aspetti (es. come gestisco un’azione di gioco). 
  3. Gestione della fatica: in atletica leggera, diversamente dagli sport di situazione (es. basket), gli atleti sono spinti a porre praticamente tutta la loro attenzione sulle sensazioni del proprio corpo per poter eseguire al meglio i gesti tecnici e, avendo questo obiettivo, percepiscono maggiormente la fatica fisica. Questo li porta ad allenarsi a tollerare e gestire la fatica che non viene vissuta come qualcosa di negativo ma piuttosto come un segnale che si sta lavorando in modo corretto (ovviamente nei limiti fisiologici).

Vuoi avere maggiori informazioni sulle abilità che sviluppa l’atletica leggera? Leggi la scheda sport  dedicata sul sito Orangogo. Le schede sono il risultato di interviste condotte da Ambra Nagliati, la psicologa dello sport, ad allenatori federali che le hanno raccontato con gli occhi da esperti e appassionati, quali sono le caratteristiche del loro sport e, soprattutto, quali capacità vengono maggiormente sviluppate. Lasciati ispirare dalle parole degli esperti e dai video al suo interno, prendi in considerazione l’idea di iniziare un nuovo sport e cerca su Orangogo la palestra più vicina a te per praticarlo! Ogni sport può appassionare alcune persone piuttosto che altre, in base alle caratteristiche che possiede o alle capacità che sviluppa. Orangogo, il primo motore di ricerca degli sport in Italia, aiuta le persone a trovare la propria passione sportiva, fornendo informazioni utili e attendibili sui diversi sport e mettendo in contatto le associazioni sportive di tutta Italia con chi vuole fare sport.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *