Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Anziana vince 500mila euro al Gratta e vinci, ma il tabaccaio le scippa il biglietto: è in fuga da 24 ore

È ormai irreperibile da 24 ore il tabaccaio che ieri mattina si è impossessato di un Gratta e vinci da 500mila euro, appartenente a una anziana cliente che chiedeva conferma della vincita. L’uomo, di cui non sono state rese note le generalità, ha fatto perdere le sue tracce a bordo di uno scooter. Dopo la denuncia della vittima i carabinieri lo stanno ricercando presso amici e familiari. L’uomo è tra i titolari di una tabaccheria di grosse dimensioni nel quartiere Stella, a Napoli, dove l’anziana si recava abitualmente. 

Teramo, vincita bis da un milione nella stessa tabaccheria. Il fortunato telefona e si fa riconoscere

Ieri mattina la donna ha giocato dei numeri al lotto e poi ha acquistato due Gratta e vinci. Il primo non conteneva alcuna vincita, il secondo invece il premio massimo: la donna però, non fidandosi della propria vista, ha chiesto conferma agli esercenti. Un giovane dipendente della tabaccheria ha verificato il biglietto con l’apposito lettore ottico, poi lo ha consegnato a uno dei titolari che è fuggito. Non esistendo una fotocopia del tagliando vincente, è stato chiesto ai Monopoli di sospendere la validità dell’intero blocchetto da cui provenivano i Gratta e vinci acquistati dall’anziana.

Rispo (Un Posto al Sole): «Sembra la scena di un film»

È un attento osservatore della vita napoletana e dei suoi fuochi d’artificio, ma una storia del genere ha ancora il potere di stupirlo. Patrizio Rispo, da 25 anni tra i protagonisti della soap più longeva della tv italiana, «Un posto al sole» di RaiTre, commenta quasi con incredulità la vicenda del tabaccaio che è fuggito dopo essersi impossessato di un gratta e vinci da 500mila euro. «È una vicenda che vedrei bene in un film, diciamo una commedia con Renato Pozzetto, ovviamente con un lieto fine e la restituzione del biglietto alla legittima proprietaria».

«Non so – riflette – cosa possa essere passato per la mente del tabaccaio, che in pratica ha firmato un furto davanti a testimoni. È stato un gesto folle, ha evidentemente perso la testa. Gli direi di tornare subito e consegnare il maltolto dicendo “scusatemi, ero fuori di me”». E alla anziana derubata cosa direbbe? «Tutta la mia solidarietà e vicinanza, sarei pronto ad accompagnarla in qualsiasi azione legale contro il ladro e per difendere i suoi diritti». Magari il caso ispirerà una storia agli autori di Un posto al sole? «Chissà, sicuramente ne parleremo. Come penso ne parleranno in tanti…».

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *