Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Angelo+Pollutri%3A+%E2%80%9CUn+voto+per+riaccendere+i+motori+dello+sviluppo%E2%80%9D

A quattro giorni dal voto comunale (alle urne a Vasto domenica 3 e lunedì 4 ottobre) incontriamo Angelo Pollutri, in lizza per il futuro Consiglio comunale nella lista La Buona Stagione che sostiene Alessandra Notaro candidata a sindaco.

Temi programmatici da sviluppare e appello agli elettori al centro dell’attenzione.

Subito un aspetto da sottolineare, per Pollutri, nell’ambito di questa campagna elettorale ormai agli sgoccioli: “E’ mancata la politica, sono mancate proposte reali e concrete per invertire l’andamento lento della città. Una città che deve necessariamente accendere i motori dello sviluppo e che deve segnare un cambio di marcia rispetto al passato, soprattutto pensando all’utilizzo delle risorse a disposizione con il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. Non ci sono stati – rimarca – confronti veri su temi importanti”.

Per Angelo Pollutri prioritario è l’ammodernamento della macchina amministrativa. “Va rimessa in moto l’economia locale facendo del Settore Urbanistica il motore dello sviluppo della città. L’edilizia è ferma. Le lungaggini burocratiche bloccano un settore nevralgico che ha bisogno di tempi certi soprattutto per l’utilizzo dei bonus per recuperi e ristrutturazioni (il 110 ad esempio). Le pratiche di autorizzazione non possono essere più lunghe dei tempi e delle scadenza. Questi blocchi determinano meno artigianato locale, meno movimentazione di materie prime e meno soldi che circolano in città. Serve un ufficio che progetti nuove infrastrutture. Nell’Ufficio Tecnico Urbanistico, poi, vanno intrdotte figure di europrogettisti, esperti in ambito ambientale e nei piani manutentivi del verde. E nell’ammodernamento degli uffici serve con urgenza prevedere la riorganizzazione del settore vigilanza con l’istituzione della ‘Guardia Campestre’ che salvaguardi il rispetto delle norme ed assicuri il servizio di controllo, monitorando ad esempio anche un fenomeno attuale e preoccupante come quello della proliferazione dei cinghiali. Chi sta in periferia deve avere gli stessi diritti e la stessa attenzione di chi vive nelle zone centrali”.

Capitolo agricoltura: “E’ necessario un piano straordinario per il comparto agricolo. Cominciando dal recupero e dal nuovo sviluppo per il Cotir e lanciando un piano di salvaguardia territoriale assicurando la manutenzione puntuale di fossi e scoline e la cura delle cunette per evitare i danni idrogeologici che si verificano ad ogni pioggia torrenziale. Dico inoltre che l’efficientamento e la presentabilità dei nostri campi agricoli rappresentano un biglietto da visita per i turisti e nell’ambito rurale per poter sviluppare nuove formi di turismi.

Importante promuovere le tipicità locali: e questo va fatto senza impazzire dietro le procedure DOP o IGP ma sfruttando le opportunità delle DE. CO. – Denominazioni Comunali. E la buona agricoltura locale deve essere esaltata anche con eventi di promozione, attraverso itinerari del gusto e degli ambienti.

Poi la pesca: va promossa la valorizzazione della filiera con il pescato locale proponendo anche la trasformazione dello stesso e l’utilizzazione del pescato vastese nelle mense scolastiche cittadine. Pesca da promuovere anche con appuntamenti periodici, non solo estivi, di street food fish con i validi operatori locali.

Altro punto fondamentale il rilancio del commercio nel centro storico, soprattutto nei fine settimana, con eventi ed iniziative promosse dall’amministrazione comunale a braccetto con gli operatori e le associazioni di categoria.

Un gioco di squadra – rimarca Angelo Pollutri – e non all’insegna del ‘faremo’, ma di ‘questo è fatto’”.

Alessandra Notaro, che crede fermamente in queste scelte per la città, è a giudizio di Angelo Pollutri “una scommessa che Vasto non può perdere e con lei un insieme di giovani entusiasti e di personale politico esperto ma che non ha bisogno della politica per vivere”.

L’appello finale: “Mi rivolgo ai vastesi, ai professionisti di qualsiasi ambito, alle imprese di ogni settore: fidatevi non delle promesse, ma rileggete le storie dei candidati presenti nelle liste della Notaro e ricordate cosa hanno compiuto nei ruoli svolti. Chiediamo e chiedo il sostegno elettorale a chi vuole mettere in moto questa città, portandola al passo di altre abruzzesi che ben hanno fatto per rendere fluido il proprio sistema economico”.

Fonte: histonium.net

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *