Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Anche le super car diventano elettriche

Più spine e meno pistoni! Le migliori super car elettriche in commercio danno una scossa al mercato dell’auto che diventa sempre più… silenzioso! Testi e foto di Camilla Moncada.

Per quanto gli appassionati del rombo dei motori e dell’odore della benzina storcano il naso, oramai è innegabile: l’automobile sta diventando sempre più elettrica e il passaggio a questa nuova alimentazione, a zero emissioni, coinvolge anche il segmento delle super car, quelle che fanno sognare.

A questa nuova tendenza ha dato una bella spinta anche il successo della Formula E, dove i grandi colossi automobilistici competono e sviluppano soluzioni tecniche e tecnologiche da utilizzare poi anche sulle vetture di serie.

A questo punto c’è da chiedersi: “cosa offre, oggi, il mercato?” Tralasciando i vari prototipi e concept e le vetture elettriche un po’ più… democratiche (leggi = alla portata di ‘quasi’ tutti) vediamo quali sono, secondo noi, le super car elettriche e/o elettrificate er le quali saremmo disposti a fare qualche pazzia.

BMW i8. La casa bavarese è stata tra le prime aa commercializzare la propria interpretazione di super car ibrida. Un motore per asse, endotermico al posteriore ed elettrico all’anteriore rendono la i8 un’auto a trazione integrale. 1500 cc e 241 CV per la spinta a benzina sommati a 131 CV elettrici regalano alla BMW ben 374 CV. La velocità è limitata a 250 km/h e, se non si superano i 120 km/h, è possibile percorrere circa 50 km ad emissione zero, con la sola spinta elettrica. Il prezzo arte da, più o meno, 150.000 euro.

Ferrari SP90 Stradale. La seconda auto ibrida di Maranello. LaFerrari presenta ancora poco di elettrico, puntando sulla tecnologia plug-in, dove a un motore classico viene abbinato una spinta extra dall’unità elettrica. Alla base delle prestazioni di quest’auto vi è un V8 biturbo da 4.000 cc e 780 CV che, sommati alla spinta ausiliaria del plug-in, portano i cavalli totali di poco oltre le quattro cifre! Da 0 a 100 in soli 2,5 secondi; prestazioni elevatissime come il prezzo, che parte da 427.930 euro.

Honda NSX. La casa giapponese entra nel mondo ibrido con questa “cattivissima” super car. La NSX h sotto il cofano motore classico da 3,500 cc ed addirittura tre unità elettriche ripartite tra l’anteriore e il posteriore per un totale di 581 CV.

Nonostante i kg da “peso massimo” (pesa “solo” 1800 kg), un vero “peso massimo” non vengono compromesse le prestazioni sia in fatto di velocità sia dal punto di vista dei consumi.

La NSX scatta, infatti, da 0 a 100 km/h in poco meno di tre secondi, vanta 641 Nm di coppia e raggiunge i 308 km/h. Prezzo alto, ma non troppo: si parte da circa 201.000 euro.

Porsche Taycan. Eh, questa super car è davvero tanta roba. La casa di Stoccarda ha atteso e studiato in sordina come diventare il punto di riferimento nella categoria.

In vendita in tre versioni: la Turbo e la Turbo s, rispettivamente con 680 e 761 CV ed un prezzo tra i 150 e i 190000 euro. La terza versione è la 4S, la più soft, con trazione integrale e un prezzo che parte da circa 111.000 euro. Le prestazioni sono a dir poco sensazionali:

coppia di oltre 1.000 Nm giri/min, accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 2,8 secondi ed una autonomia di oltre 500 km. C’è molta attesa e curiosità di come questa vetture verrà “ritoccata” nel corso del 2021.

Fonte: motori.tiscali.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *