Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ambasciatori dello sport: la cerimonia a Palazzo Rinaldi

L’Unione nazionale veterani dello sport assegna il titolo di “Ambasciatore Unvs” a chi si è particolarmente distinto in una disciplina sportiva e possiede i requisiti per rappresentare l’Unione nel nostro Paese.

Nomi famosi dello sport, valutati dalla presidenza nazionale Unvs che, riconoscendone gli ideali ed i meriti agonistici, attribuisce il titolo. A Treviso, lunedì 1º agosto, Palazzo Rinaldi ospiterà la cerimonia ufficiale “Ambasciatore Unvs” e gli atleti designati dalla sezione trevigiana verranno premiati con una tessera speciale ed un diploma. Carlotta Camarin e Alessandro Fassina i prescelti a rappresentare i valori dello sport e gli ideali che caratterizzano l’associazione. Patrocinato dal Comune di Treviso e inserito nel calendario di “Treviso città europea dello sport 2022” l’evento, previsto per le 17:30 nella Sala Verde del Palazzo, vedrà il presidente della sezione locale, Beniamino Bazzotti, consegnare il riconoscimento.

I premiati

Carlotta Camarin ha 24 anni: nata a Treviso, vive a Casier. Atleta della Nazionale di pattinaggio corsa velocità ha scoperto questa specialità all’età di sei anni quasi per caso: indossati i pattini per la prima volta di nascosto Carlotta seguì poi corsi di pattinaggio bruciando tutte le tappe e arrivando ad affrontare le prime gare proprio a sei anni, fra i cuccioli . Dopo 17 anni Carlotta non ha mai smesso di divertirsi sulle rotelle: ha disputato oltre 300 gare e negli ultimi anni ha aggiunto non poche medaglie al suo palmares. Nel 2013, primo anno nella categoria juniores, ha conquistato una medaglia di bronzo ai campionati italiani e successivamente è arrivata la prima convocazione in maglia azzurra per gli Europei in Germania; nel 2014 h a vinto il titolo italiano e un bronzo e negli Europei dello stesso anno è salita tre volte sul podio in tre gare diverse, vincendo 2 argenti e un bronzo. Universiadi e Maratone sono poi entrate a far parte della sua quotidianità e i successi sono sopraggiunti velocemente fino a farla approdare nel 20 19 ai Mondiali, a Barcellona.

Alessandro Fassina, appartiene sempre a uno sport che si svolge su ruote, ma le sue sono un po’ più alte. Classe 1966 ha mosso i primi passi nel karting e nel calcio, come molti bambini, ma è nel l’automobilismo che alla fine ha stracciato tutti gli avversari e si è imposto nella sua vita. Kart dapprima e rally a seguire passando dalla Fiat Uno alla Lancia Delta, fino alle Ford Sierra Cosworth, Toyota Celica e Mazda GT- R. Coppe e targhe a casa ce ne sono tante ma un posticino speciale nel suo cuore lo occupano il Campionato Italiano Gruppo N del 1990, il primo,vinto su Ford, e il Mondiale del 1992, su Mazda. Nel rallismo trevigiano è conosciuto e apprezzato ma negli anni Novanta il suo nome risuonava in tutto il mondo fra Italia, Portogallo, Grecia, Spagna e Nuova Zelanda. Due persone speciali, due atleti pluripremiati che da lunedì aggiungeranno alla lunga lista di riconoscimenti anche quello di Ambasciatore Unvs.

Fonte: trevisotoday.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *