Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Alto Canavese riaccende i motori e torna a vincere Ongina liquidata in 4 set

CUORGnÈ

Dopo due sconfitte contro Acqui terme e Sant’Anna, squadra di San Mauro Torinese, torna al successo l’Alto Canavese.

Nella settima giornata d’andata del girone A di serie B maschile i cuorgnatesi battono tra le mura amiche 3-1 gli emiliani dell’Ongina Piacenza mantenendo così il secondo posto in classifica, in coabitazione con Alba (ha vinto 3-1 sul Cus Genova in casa) a sole due lunghezze dalla capolista Acqui Terme, vittoriosa 0-3 in casa del Colombo Genova.

Passando alla partita con l’Ongina Piacenza, coach Fabio Matteotti ha un solo dubbio alla vigilia della partita e riguarda il ruolo (fondamentale) del palleggiatore: sia Scavetta, che Milano non sono al meglio ed l’indecisione viene sciolta soltanto nel riscaldamento pre partita, a favore di Milano. Il resto della formazione è quella vista nelle ultime uscite, ovvero capitan Avalle all’opposto, Teja e Romagnano in banda, Campobasso e Pasteris al centro con Armando libero.

Nel primo set la gara è punto a punto fino all’11-11, poi l’Alto Canavese migliora in battuta ed in attacco e si porta avanti nel punteggio, vantaggio che riesce a mantenere fino alla fine, quando un attacco vincente di Romagnano mette il punto esclamativo sul 25-23 finale.

Seconda frazione invece dai due volti: prima parte con gli altocanavesani che sono molto attenti in difesa e precisi in attacco e si portano avanti 7-4, ma dall’altra parte della rete l’Ongina ribatte colpo su colpo e la partita, man mano passano i minuti, si fa più equilibrata, poi però dopo il 18-18 i piacentini i portano avanti e vincono la frazione 21-25, anche grazie ad una svista arbitrale, con Aleo di Caltanissetta che vede un attacco fuori di Romagnano sul 21-24. Perso il secondo set, l’Alto Canavese reagisce alla grande nel terzo e quarto parziale. Subito avanti 3-0 in avvio, Avalle e compagni mettono in difficoltà gli avversari in ricezione ed in difesa, costringendoli alla nuova resa, ridando il 25-21 del set precedente. Senza storia invece il quarto ed ultimo parziale, con il gap nei punti tra le due squadre che lievita sempre più fino al 25-13 finale, con punto decisivo che lo mette Romagnano, il quale poi spiega a fime match: «Era importante avere una battuta efficace, peccato solo per il secondo set, dove loro hanno fatto meglio la fase difensiva. Dobbiamo ancora migliorare a muro, contro Ongina è stato un po’ il nostro tallone d’Achille».loris ponsetto

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *