Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Allerta Meteo, è allarme per il 3 Luglio: sarà un “Venerdì Nero” con temporali, grandine e …

Allerta Meteo – Modelli abbastanza allineati circa una crisi barica più seria che interverrebbe sul Mediterraneo centrale per venerdì 3 luglio e che poi si trascinerebbe anche per il fine settimana. Nella sostanza, un nucleo perturbato alle medie quote, proveniente dai settori centro-settentrionali oceanici e in azione in seno a un cavo depressionario nordatlantico, riuscirebbe e forzare il muro anticiclonico e a penetrare sul Nord Mediterraneo e Nord Italia. L’alta pressione, abbastanza repentinamente, tornerebbe a chiudere il varco apertosi, resecando il cavo dal ramo principale e determinando un cutt-off  (isolamento) di vorticità positive proprio in corrispondenza delle nostre regioni settentrionali o in parte anche centrali.

Una dinamica già vista dai modelli da qualche giorno e di cui ne abbiamo già rilevato le potenzialità instabili e che, anche secondo gli ultimissimi dati, è confermata, anche con rincaro in termini di potenzialità cicloniche. Considerando che, in questi giorni, i bassi strati anche delle regioni settentrionali stanno vedendo una fase super-calda con temperature massime costantemente sopra i +30°C su molte aree pianeggianti e punte frequenti verso i +34/+35°C o persino +36°C e oltre, il rischio che si inneschino fenomeni forti o spesso violenti, non appena il nucleo vorticoso e più fresco in quota irromperà sui cieli del Nord Italia, è elevato.

Sulla base delle ultimissime elaborazioni, abbiamo circoscritto i settori interessati dalle piogge in occasione di questa esasperazione perturbata attesa per venerdì.  E’ ben visibile come tutte le aree settentrionali, colorazione a scala di blu più scura, siano più direttamente interessate con precipitazioni moderate o forti in particolare tra Centro Est Piemonte, un po’ tutta la Lombardia, il Centro Nord Emilia Romagna e il Nordest. Più nello specifico, nel pomeriggio-sera di venerdì, potrebbero attivarsi, dato un verosimile forte divario termico verticale, intense celle temporalesche tra il Piemonte centro meridionale e il Centro Sud Lombardia, localmente anche verso le aree interne liguri occidentali, anche sul Genovese la sera, e sull’Emilia Romagna, qui specie in serata, con rischio di fenomeni violenti sotto forma di nubifragi, grandinate o persino trombe d’aria, localmente. Insomma il dato  modellistico continua a proporre un venerdì nero per questi settori del Nord, ma rovesci e temporali e spesso forti interesserebbero, chi prima e chi dopo,  un po’ tutte le aree settentrionali. Sconfinamenti di vorticità e locali temporali pomeridiani anche verso le aree interne toscane, sulle Marche, fino localmente all’Umbria e al Nord Abruzzo. In serata rovesci e locali temporali da Ovest anche sulle aree occidentali e coste toscane. Continuerebbe il bel tempo soleggiato e con caldo intenso sul resto d’Italia, fino a 38/39°C su Puglia e Sicilia.

Ulteriori dettagli sulla “sfuriata temporalesca” di venerdì al Nord, nei nostri quotidiani aggiornamenti.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting:

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *