Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ali a “farfalla” e tecnologia da F1 per la nuova supersportiva Maserati

Seicentrotrenta cavalli, 1470 chili, 325 km orari di velocità massima, 0-100 sotto i 3 secondi, 200 mila euro. Sono i numeri della nuova Maserati MC20, un’auto che non è solo la prima super sportiva della Casa del Tridente da tre lustri a questa parte, ma rappresenta anche un punto di svolta epocale in termini di approccio al prodotto e al mercato di riferimento.

Presentata presso l’autodromo di Modena, con un evento che per dimensioni e spettacolarità è stato uno dei più apprezzati degli ultimi anni, alla presenza di John e Lapo Elkann e del Ceo di FCA Michael Manley, la MC20 punta a rinverdire i fasti della mitologica 12 cilindri MC12. Pensata, progettata e ingegnerizzata interamente «in casa» a Modena, con il supporto dell’Innovation Lab – struttura all’interno della quale lavorano circa 1100 ingegneri – la nuova supercar a motore centrale Maserati è un concentrato di tecnologia sviluppato anche grazie all’utilizzo massivo di uno dei simulatori di guida più evoluti al mondo, cosa che ha permesso di rendere molto più rapido ed efficiente il processo di delibera delle componenti che influenzano il comportamento dinamico del veicolo.

Il motore della MC20 è si chiama Nettuno: è un V6 di tre litri da 630 cavalli e 730 Nm di coppia massima – il V6 di serie a più alta potenza specifica sul mercato – montato alle spalle dell’abitacolo e accoppiato a un cambio doppia frizione a otto rapporti, che si sviluppa intorno a un telaio monoscocca in carbonio disegnato non solo per essere rigido e leggero, ma anche per garantire uno spazio a bordo ai vertici della categoria e una facilità di accesso superiore alla concorrenza. In questo aiutano molto anche le portiere che si aprono verso l’alto, vezzo stilistico dagli indubitabili vantaggi funzionali.

Il layout della vettura è stato pensato già per prevedere future evoluzioni dal punto di vista del powertrain, che tra il 2022 e il 2023 diventerà 100% elettrico (con tre motori, uno davanti e due sull’asse posteriore con funzione di torque vectoring). Davide Grasso, Ceo Maserati, ha commentato: «La MC20 è l’inizio di una nuova era in cui rinnoveremo completamente la gamma, grazie a 13 modelli inediti e ad un processo di elettrificazione che interesserà tutta l’offerta. Senza dimenticare il prezioso heritage del nostro marchio. E ascoltando i desideri della clientela».

9 settembre 2020 (modifica il 10 settembre 2020 | 09:16)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte: motori.corriere.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *