Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Alex Zanardi torna a casa: dopo 76 giorni dal secondo ricovero è stato dimesso dall’ospedale di Vicenza

Alex Zanardi è stato dimesso dall’ospedale San Bortolo di Vicenza ed è tornato a casa, 76 giorni dopo il secondo ricovero nel reparto riabilitativo. Un periodo durante il quale il 55enne ex pilota bolognese è stato seguito da fisiatri, fisioterapisti, logopedisti e infermieri per stabilizzare le condizioni cliniche generali. Il campione paralimpico di handbike è affidato alle cure mediche degli specialisti da oltre due anni dopo il terribile incidente del 19 giugno 2020, lo scontro con un camion sulla strada tra Pienza e San Quirico d’Orcia, in Toscana, in cui Zanardi riportò ferite gravissime. La struttura vicentina resterà il punto di riferimento medico per Alex anche in futuro.

Alex Zanardi è tornato a casa. La moglie Daniela: “Con noi da qualche settimana, è un vero combattente”

La moglie Daniela Manni e il figlio Niccolò, già nell’aprile del 2021 si erano rivolti all’ospedale vicentino per il recupero fisico e cognitivo del campione bolognese. L’ultimo ricovero era stato deciso dopo l’incendio divampato nella villa di Noventa Padovana che ha distrutto l’impianto fotovoltaico al quale erano collegati i macchinari che Alex utilizza nel percorso per un lento ritorno a una sufficiente normalità.

10 Minuti – La videoinchiesta. Chilometro 39, la corsa interrotta di Alex Zanardi

Il primario: “È stato stabilizzato”

“In questo periodo medici e personale hanno stabilizzato le sue condizioni cliniche – sono le parole del primario Giannettore Bertagnoni, riportate da il Giornale di Vicenza – e il San Bortolo, anche per il futuro resterà il suo punto di riferimento medico. In questi mesi il nostro principale obiettivo è stato di stabilizzare le condizioni cliniche generali di Zanardi. Ma, contestualmente, abbiamo proseguito il programma riabilitativo seguito durante il primo periodo di degenza”. 55 anni, bolognese, due vite separate dall’incidente del Lausitzring del 15 settembre 2001, nel quale perse l’uso delle gambe, Zanardi è diventato negli anni uno dei più grandi sportivi paralimpici di tutti i tempi con le sue vittorie nella handbike. Nel suo palmares 4 ori paralimpici e 12 mondiali tra conquistati tra il 2011 e il 2019 con una determinazione meravigliosa. Grandissimo il suo impegno anche nel campo della promozione dello sport paralimpico e della solidarietà. E proprio in occasione di una tappa della staffetta di Obiettivo Tricolore, una delle sue creazioni, una sorta di Giro d’Italia in handbike, Zanardi venne investito frontalmente da un camion su una curva della statale 146, in Toscana. Dopo aver perso il controllo del mezzo, finì sulla corsia opposta, dove sopraggiungeva l’articolato. Una moltitudine di operazioni, un mese di coma, la lunga riabilitazione. Riacquista coscienza a gennaio 2021, torna casa a fine anno. Infine le ultime vicissitudini, con l’incendio del 3 agosto scorso dovuto al surriscaldamento dell’impianto fotovoltaico dell’abitazione di Zanardi, a Noventa Vicentina che aveva reso necessario il trasferimento in ospedale a causa del rischio che il fuoco e il fumo avessero potuto danneggiare i macchinari.

Incidente Alex Zanardi, il gip di Siena archivia il camionista: “Nessuna responsabilità”

Fonte: repubblica.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *