Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Alberto Zangrillo, chi è il nuovo presidente del Genoa

Medico personale di Silvio Berlusconi, il nuovo presidente genoano è primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale e Cardio-Vascolare del San Raffaele. Professionista stimato a livello internazionale, è stato insignito del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana e di Commendatore dai Presidenti della Repubblica

Un professionista riconosciuto a livello internazionale, nato a Genova il 13 aprile 1958 e da sempre grande tifoso rossoblù. Quella che ora, dopo il closing con il fondo americano 777 Partners, è divenuta la “sua” squadra. Alberto Zangrillo, stimato medico di fama mondiale, ricoprirà infatti la carica di presidente del Genoa, squadra di cui è sempre stato tifoso e che ha spesso seguito dal vivo, sia sugli spalti del Ferraris che in trasferta.

Una carriera in ambito medico riconosciuta a livello mondiale

leggi anche Il Genoa cambia proprietà: Zangrillo presidente

Il professor Alberto Zangrillo è primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale e Cardio-Toraco-Vascolare, Referente Direzionale Aree Cliniche dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano e collabora presso la Casa di Cura La Madonnina. Per l’Università Vita-Salute San Raffaele ricopre i ruoli di Prorettore per le attività cliniche e professore Ordinario di Anestesiologia e Rianimazione. Genovese di nascita ma milanese d’adozione, Zangrillo nel 1983 si laurea presso l’Università degli Studi di Milano in Medicina e Chirurgia e si specializza, tre anni dopo, in Anestesia e Rianimazione, per poi proseguire in rilevanti centri europei quali il Queen Charlotte Hospital di Londra, l’Hospital de la Santa Creu Pau do Barcellona, il Cardio-thoracic Centre di Monaco di Montecarlo, l’Hetzer Deutsches Herzzentrum di Berlino e l’Ospedale San Raffaele, di cui oggi è una figura cardine.

È il medico personale di Silvio Berlusconi

approfondimento Sheva: “Obiettivo salvezza, ma servono rinforzi”

Da oltre 30 anni legato a Silvio Berlusconi, di cui è il medico personale, Alberto Zangrillo ha conosciuto il Cavaliere grazie a don Luigi Verzè, fondatore del San Raffaele di Milano, e da quel momento gli è sempre stato accanto. La sua passione per il Genoa e la grande amicizia che lo lega a Berlusconi, hanno spinto il professor Zangrillo a provare a convincere l’ex presidente del Milan ad acquistare il club rossoblù nel 2017, quando Preziosi mise in vendita il club. Un affare mai andato in porto, ma evidentemente il Genoa era nel destino di Zangrillo, uomo scelto dalla proprietà americana come presidente rossoblù.

È Cavaliere al merito della Repubblica Italiana

Autore di oltre 800 pubblicazioni, il dottore Zangrillo è, secondo il database Scopus, tra i primi 10 medici al mondo per numero di pubblicazioni degli ultimi 2 anni nell’ambito “anesthesia” e nell’ambito “intensive care”. Oltre a premi e riconoscimenti in ambito medico e a incarichi istituzionali di primissimo livello, è insignito del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana (2004) e di Commendatore dai Presidenti della Repubblica (2010) Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano. Tra i principali incarichi istituzionali ricoperti, il professore Zangrillo è stato membro della Commissione Sport e Salute dal 2008 al 2011, della Commissione Paritetica di Programmazione Congiunta del Ministero della Salute ed Istruzione, Presidente della Commissione del Ministero della Salute per la Pandemia Influenzale dal 2009 al 2011 e Vice Presidente della Commissione Nazionale Ricerca Sanitaria. Dal 2008 al 2014 è stato membro della Commissione di Bioetica del Ministero della Salute, dal 2009 al 2011, inoltre, è stato Consulente del Ministro della Salute, Prof. Ferruccio Fazio e Membro del Comitato Scientifico del CCM (Centro Controllo Malattie Nazionali del Ministero della Salute); nel periodo 2011-2014 è stato presidente della II Commissione del Consiglio Superiore di Sanità.

sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *