Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Al via i lavori per il parco dello Sport di Maranello

Parco dello Sport, si parte: sono iniziati i lavori di accantieramento per la realizzazione del nuovo centro polifunzionale per le attività sportive e il benessere. I primi interventi riguardano la realizzazione della strada di accesso e dei parcheggi: si tratta a tutti gli effetti dell’opera pubblica più attesa e importante di questi anni per il territorio maranellese.

Il progetto, strategico per la città, verrà realizzato per step successivi nei pressi di Via 8 Marzo e di fatto prenderà il posto dell’attuale centro sportivo di via Fornace, impianto che risale ai primi anni Settanta e ormai non più al passo coi tempi. L’opera costerà 6 milioni e 989mila euro, cifra alla quale vanno aggiunte le spese di urbanizzazione, ma sulla quale dovrà anche essere calcolato il ribasso d’asta. L’operazione stata finanziata grazie alla alienazione dell’area dell’attuale centro sportivo, ad un contributo regionale e ad un mutuo a tasso zero concesso dall’Istituto per il credito sportivo. Il ricorso esclusivo a capitali pubblici consentirà dunque all’amministrazione comunale, insieme alle società e alle associazioni sportive cittadine di mantenere il completo controllo sulla gestione degli impianti, sulla programmazione delle attività e sulle tariffe. La fine dei lavori è prevista entro la fine del 2022 e fino ad allora rimarrà in funzione il centro sportivo di Via Fornace.

Il Parco dello Sport sarà dotato di quattro campi da tennis coperti (due con fondo in resina acrilica e due in erba sintetica, pronti entro pochi mesi) con spogliatoi e di un Centro nuoto e benessere al coperto con una vasca a 8 corsie lunga 25 metri omologata per attività agonistiche, una a 3 corsie per corsi di fitness in acqua e riabilitazione, una vasca per bambini e una per attività di relax con idromassaggio. La struttura potrà ospitare corsi di nuoto per bambini e adulti, attività preparto, fitness e rieducazione motoria. Sarà completamente accessibile alle persone con disabilità, con ampi  e numerosi spogliatoi, zona spettatori con tribune, area bar ristoro, zona per il pubblico e parete vetrata affacciata sulle vasche.

All’esterno sono previsti un centinaio di posti auto, due per i bus, parcheggi riservati alle persone disabili, posti per auto elettriche con colonnine di ricarica, una corsia per la sosta rapida, posti bici coperti e protetti.

L’opera, la cui progettazione è stata condivisa dall’amministrazione comunale con le società sportive, garantisce una particolare attenzione al tema dell’accessibilità, della sicurezza e della sostenibilità, ad esempio riguardo all’efficienza energetica, viste le caratteristiche innovative dell’edificio in termini di materiali ed utilizzo di risorse rinnovabili. Strategica anche la scelta dell’area, che consente eventuali ampliamenti degli impianti sportivi a seconda delle esigenze che potrebbero presentarsi in futuro. Inoltre, la collocazione baricentrica rispetto al territorio comunale garantisce una maggiore vicinanza alle frazioni, mentre la prossimità del principale plesso scolastico e di importanti assi stradali collegati da piste ciclo-pedonali avvantaggiano la fruizione del parco da parte dei più giovani e la mobilità dolce.





Fonte: modena2000.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *