Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Ajax-Roma, Ten Hag: “Roma forte, ma abbiamo già eliminato la Juve in passato”

Tanto rispetto, ma nessun timore. Alla vigilia del match di andata dei quarti di finale di Europa League tra il suo Ajax e la Roma, in programma alla Johan Cruijff Arena giovedì 8 aprile alle ore 21 (diretta su Sky Sport Uno e Sky Sport 252), l’allenatore dei Lancieri Erik Ten Hag ha parlato dello stato di forma della sua squadra e dell’ammirazione nei confronti del nostro Paese: “Mi piace molto l’Italia – ha detto a Sky Sport -, mi piace la cultura e mi piace la gente. Mi piace questo Paese e amo il modo in cui si vive il calcio. È una nazione splendida. La partita? Credo proprio che noi siamo in ottima forma. Siamo fiduciosi, la squadra è cresciuta ed è migliorata molto. Questo è motivo di soddisfazione per noi. Ma contro la Roma sarà difficile e dovremo essere veramente bravi per portare a casa un risultato positivo“. Poi parole al miele per il collega sulla panchina giallorossa: “Fonseca è un allenatore fantastico – ha proseguito Ten Hag -, offensivo. Non vuole solamente vincere, ma vuole anche imporsi in un certo modo e questa cosa mi piace molto. Così come mi piace il suo modo di vedere il calcio e la voglia che ha di far divertire il pubblico“.

“Le assenze non mi preoccupano, siamo pronti”

ROMA Smalling e Mkhitaryan non recuperano: out con Ajax

Ten Hag ha poi ripercorso gli ultimi precedenti europei dell’Ajax contro le squadre italiane e si è augurato di poter ottenere lo stesso risultato raggiunto due stagioni fa in Champions League, quando i Lancieri fecero fuori la Juventus ai quarti di finale: “Quest’anno abbiamo giocato due volte contro l’Atalanta. A Bergamo abbiamo pareggiato 2-2, mentre al ritorno loro hanno giocato un calcio all’italiana. Poi due anni fa abbiamo eliminato la Juventus: firmerei per ottenere lo stesso risultato con la Roma”. Nessuna preoccupazione per le tante assenze: “Stekelenburg è ancora in dubbio, dobbiamo aspettare di capire come sta prima della partita. Non si tratta di un infortunio che lo terrà fuori a lungo, ma non so se potrà recuperare così in fretta per domani. Klaiber è diventato papà, poi Blind e Mazraoui non ci saranno. Ma in ogni caso sono tranquillo e non mi fascerò la testa, abbiamo 16 o 17 giocatori buoni da utilizzare. Abbiamo già vinto anche senza Onana o Haller, lo stesso vale anche per Blind”. Chi sarà della partita è il difensore classe 2001 Jurrien Timber, che si troverà di fronte Edin Dzeko: “Affrontarlo sarà speciale – ha detto il giovane prodotto del vivaio dell’Ajax -, da bambino lo seguivo sempre quando era al Manchester City“.

Fonte: sport.sky.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *