Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Aggredita sul treno da branco di giovanissimi

Siena, 6 giugno 2022 – Ancora la brutalità del branco. Composto da giovanissimi, aggressivi ed esaltati. Capaci di picchiare e colpire per imporre la loro logica, quella della forza e degli eccessi. Per motivi futili come una giacca lasciata casualmente in un vagone del treno. E’ successo sabato sera sul convoglio preso da tre ragazze della nostra provincia per andare da Siena in discoteca a Follonica. Finalmente si torna a vivere, gli adolescenti (ma anche gli adulti) provano a respirare aria di libertà. Durante il tragitto è avvenuta l’aggressione nei confronti di una 18enne che vive nel comune di Rapolano che ha poi denunciato tutto ai carabinieri della città del golfo, venendo portata in ospedale a Massa Marittima. “Mia figlia ha avuto due giorni di prognosi, sta bene anche se andremo alle Scotte per ulteriori accertamenti in quanto ha battuto la testa. Racconto questo episodio perché da un lato dobbiamo spingere i ragazzi a denunciare fatti come questo, ormai diventati quotidiani, dall’altro in quanto la società in cui viviamo ha bisogno di un freno per costruire un futuro quantomeno ’normale’ per i nostri figli”, osserva la madre della ragazzina che invoca anche “maggiori controlli sui mezzi pubblici legati alla sicurezza, in particolare sui treni”. Non è stato certo come sul convoglio che riportava a casa da Gardaland una decina di ragazzine lombarde, molestate e ora sotto choc. Però l’avventura per le tre amiche senesi è stata brutta davvero. Poco prima delle 19 salgono a Siena sul treno diretto a Follonica. Nello stesso scompartimento un gruppetto, con loro anche delle ragazze. Una decina di persone, con forte probabilità ancora minorenni. Un giovane chiede il profilo instagram ad una delle tre senesi che dice ’no’. Poi iniziano a fumare in bagno, un odore fortissimo invade la carrozza, quindi lo fanno anche nel …

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *