Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Addio a Pierre Lesueur | MountainBlogMountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Pierre Lesueur al campo base dell’Aconcagua

Fece parte della grande generazione francese di alpinisti  in cima ai Dru e all’Aconcagua negli anni ’50

E’ morto all’età di 94 anni, l’alpinista francese Pierre Lesueur.
Con suo fratello Henri, aprì la parete nord del Grand Dru a Chamonix nel 1952, prima di completare due anni dopo la prima salita della parete sud dell’Aconcagua con Robert Paragot, Adrien Dagory, Edmond Denis, Lucien Berardini e Guy Poulet. Ma il suo ritorno dall’Argentina con un grave congelamento ai piedi gli impedì di fare la carriera di guida che aveva sognato.

All’inizio degli anni ’50, Pierre Lesueur lavorava in una fonderia parigina, come suo padre e suo nonno… Ma per lui, lavorare il metallo era tutt’altro che una vocazione. Fortunatamente, “Lafleur” si appassionò all’arrampicata su roccia. Dopo alcuni fine settimana passati a scalare rocce nella foresta di Fontainebleau, decise di attrezzarsi per l’alta montagna.

Durante il  turno di notte, dove ovviamente non era oberato di lavoro, realizza chiodi in acciaio, un po’ pesanti ma indispensabili per poter affrontare le guglie di Chamonix, obiettivi principali dei suoi quindici giorni di vacanza annuale. Nell’estate del 1950, con l’amico Robert Paragot, vinse il Grépon-Mer de Glace, la parete est del Moine e la parete nord dei Dru lungo  la via di Pierre Allain. Due anni dopo fu il turno del Walker, come preparazione all’apertura della parete nord del Grand Dru!

Approfondimento

Fonte: mountainblog.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *