Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Addio a Mondelli, campione mondiale di canottaggio. Aveva solo 26 anni

Il canottiere di Cernobbio soffriva di un osteosarcoma alla gamba sinistra ed era stato operato un anno fa

Filippo Mondelli ha perso la sua gara più difficile. Dopo poco più di un anno dall’atroce diagnosi, il 26enne canottiere azzurro è morto. A gennaio 2020 la scoperta di un osteosarcoma alla gamba sinistra. L’intervento al Rizzoli di Bologna e poi una lunga battaglia terminata oggi.

Il canottiere di Cernobbio era uno degli eredi della storica barca dei Cavalieri delle acque. Nel 2018, a 20 anni dall’ultimo successo mondiale, aveva riportato l’Italia all’oro iridato nel quattro di coppia insieme a Gentili, Rambaldi e Panizza e con il 4° nel 2019 a Lienz aveva qualificato la barca ai Giochi di Tokyo.

La dedica

—  

L’11 aprile a Varese i suoi compagni gli avevano dedicato l’oro europeo vinto davanti all’Olanda. “Questa vittoria è per Filippo” avevano gridato in coro all’arrivo. Filippo che, nonostante il male lo avesse debilitato, non aveva fatto mancare il suo sostegno con messaggi d’incoraggiamento. Il canottaggio italiano, il gruppo sportivo della Guardia di Finanza piangono un campione, un ragazzo dai modi gentili che in acqua riusciva a trasformarsi. La sua ultima vittoria sportiva era arrivata qualche giorno fa con l’elezione in quota atleti nel prossimo consiglio federale. Resterà nella memoria quell’esultanza dopo l’oro di Plovdiv: in piedi sulla barca con un sorriso che avrebbe catturato chiunque.

Il cordoglio della Vezzali

—  

Valentina Vezzali, pluricampionessa olimpica e sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport, ha voluto esprimere il proprio cordoglio con un tweet: “Addio Filippo, oggi lo sport azzurro piange e ricorda il tuo sorriso pieno di vita. Grazie per aver onorato il nostro Paese ed aver portato il tricolore sul tetto del Mondo. Sono vicina alla famiglia, alle Fiamme Gialle ed al mondo del canottaggio italiano”.

Fonte: gazzetta.it

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *