Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Acqua Sant’Anna, una mensilità in più ai dipendenti contro l’inflazione

Bertone: «ai dipendenti in totale 400.000 euro»

«Ci sono prodotti che costano 7 o 5 volte più di prima. Ma l’operaio guadagna sempre gli stessi soldi. Quello che noi imprenditori, liberi professionisti, come notai e avvocati o chiunque abbia dipendenti, dobbiamo fare allora è aumentare lo stipendio, altrimenti prima o poi ci saranno delle guerre civili. Bisogna portare il potere d’acquisto del dipendente a quello che era prima di questi aumenti pazzeschi. Spero – sottolinea Bertone – che dicendolo pubblicamente anche altri lo facciano. Non risolve i problemi, ma è qualcosa. Ci costa tra 700.000 e 800.000 euro e ai dipendenti arriveranno in totale 400.000 euro. Penso che lo Stato dovrebbe detassare tutte le aziende che lo fanno, così potremmo regalare ancora di più».

La reazione dei lavoratori

« Ci ha fatto una sorpresa. Siamo andati a casa e i soldi erano già sul conto», hanno raccontato all’Ansa alcuni dei lavoratori dello stabilimento di Vinadio (Cuneo), che il 26 del mese, nel giorno di Sant’Anna e per i 26 anni dell’azienda, hanno ricevuto uno stipendio in più, la 15/a mensilità. «Mangiare una pizza in quattro costa troppo ormai e abbiamo rinunciato spesso, invece adesso possiamo farlo senza pensarci, qualche volta in più» è il commento di un cinquantenne. «Io ho 30 anni – spiega un altro operaio – e vorrei comprare casa, quindi metto i soldi da parte e con questo stipendio in più mi sento più tranquillo, capita proprio in un momento utile».

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *