Viva Italia

Informazione libera e indipendente

Abusi sulle pazienti minorenni, arrestato medico dello sport: le atlete palpeggiate durante le visite

L’accusa è gravissima e respinta dal diretto interessato, che anche durante l’arresto ha negato ogni addebito. Un medico dello sport 69enne della provincia di Caserta è stato tratto in manette e posto agli arresti domiciliari con l’accusa di aver ripetutamente abusato delle sue pazienti minorenni.

I comportamenti illeciti sarebbero avvenuti all’interno dello studio del professionista, dove le giovani ragazze di recavano per le visite necessari per vedersi rilasciare il certificato per iniziare le attività agonistiche. Cinque in particolare sogno gli episodi ricostruiti di abusi sessuali, tutti ai danni di ragazze minorenni, che sarebbero avvenuti tra l’ottobre e il dicembre 2021. Il 69enne avrebbe in particolare commesso palpeggiamenti reiterati su seno, glutei e genitali delle pazienti.

Il medico è stato raggiunto questa mattina dalla Polizia di Stato di Caserta, che ha eseguito l’ordinanza del gip emessa su richiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere. Gli agenti lo hanno fermato all’interna della sua abitazione e hanno poi perquisito appartamento e studio, dove stati sequestrati supporti informatici che saranno analizzati nel prosieguo delle indagini per appurare eventuali altri casi di violenza sessuale nei confronti delle pazienti.

L’inchiesta è partita alcuni mesi fa dopo aver monitorato i social. Gli investigatori della squadra mobile di Caserta hanno infatti accertato la presenza di commenti relativi al medico, tra i pochi nel Casertano a rilasciare certificati per attività sportiva, contenenti allusioni a comportamenti impropri nei confronti delle pazienti. Da quelle parole sono nati i primi accertamenti: rapidamente è emerso come sul medico circolavano da anni ‘chiacchiere’ su presunti abusi nei confronti delle pazienti, ma non erano mai emerse prove.

Dai social si è quindi passati ai ‘fatti’. Il quadro indiziario nei confronti del 69enne medico dello sport si è aggravato con le prime ammissione fatti agli investigatori dalle singole vittime, convocate in Questura. Stando a quanto emerso dalle testimonianze, per alcune inizialmente l’atteggiamento del medico sarebbe stato normale, salvo poi capire di esser state oggetto di attenzioni illecite dopo averne parlato con i propri fidanzati; per altre, che non avevano denunciato formalmente quanto accaduto, era stato chiaro invece sin dal primo momento l’intenzione del medico.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.

Fonte: ilriformista.it

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *