Viva Italia

Informazione libera e indipendente

A Trento scattano i Mondiali amatori, attenzione alle strade chiuse e ai divieti di sosta

TRENTO. Oggi, 15 settembre, a Trento e dintorni scattano i Campionati mondiali di ciclismo per amatori in programma fino a domenica.

Migliaia di partecipanti, che nei giorni scorsi hanno tastato il terreno in città: diverse gare per categoria, sia in linea sia a cronometro, individuale e a squadre.

Ma anche forti disagi per il traffico, con chiusure e deviazioni (in basso tutte le info dettagliate).

Oggi ben 561 atleti saranno impegnati nella cronometro nel circuito cittadino, dunque i disagi per chi deve spostarsi saranno notevoli

Il circuito è di venti chilometri e la gara durerà ore e interessa in particolare la zona di Trento sud e poi verso Ravina e Mattarello.

Partenza e arrivo nel quartiere delle Albere, tracciato tra Ravina, Romagnano e Mattarello.

Domani e sabato, disagi ridotti per la viabilità: due eventi che non assegneranno le maglie iridate arricchiranno il programma: venerdì sera spazio alla team relay, gara staffetta a squadre su un anello di due chilometri nel quartiere delle Albere, nel tardo pomeriggio di sabato ci sarà poi la cronoscalata Charly Gaul da Sardagna a Vason.

Domenica il gran finale con il piatto ricco delle gare in linea. La mediofondo misura 86,8 chilometri con 2218 metri di dislivello e ben poca pianura: partenza da via Sanseverino, passaggio da Aldeno, salita verso Garniga e le Viote, discesa verso la Valle dei Laghi, ascesa da Cadine a Candriai e picchiata su Sardagna e sull’arrivo delle Albere.

La granfondo si svilupperà invece su 143,8 chilometri e 3900 metri di dislivello: in aggiunta al percorso medio, è prevista l’intera scalata del Bondone sino a Vason e un doppio passaggio in Valle dei Laghi oltre che da Candriai.

Insomma, un anno dopo le emozioni del Campionato europeo che ha visto in scena a Trento anche i protagonisti del mondo professionistico, arriva dunque la massima competizione planetaria per gli amatori, con diverse migliaia di pedalatori di ogni età che si sfideranno per le maglie iridate delle varie categorie.

Ecco il quadro completo dei divieti e della riorganizzazione della viabilità, come comunicato oggi, 9 settembre da Comune e Provincia.

È previsto il divieto di transito e di sosta su tutto il tracciato del percorso. Giovedì il giorno più critico, con il blocco del traffico negli abitati di Ravina, Romagnano, Mattarello e a sud della città (viale Degasperi) tra le 8.45 e le 11.45 e tra le 13.45 e le 16.45. Garantito il trasporto scolastico e modificati i percorsi del trasporto pubblico urbano. Venerdì in serata la gara si sposta alle Albere, sabato sulla provinciale per il Bondone, domenica verso la Valle dei Laghi. Numero dedicato 0461 889400 per rispondere alle domande di cittadini e imprese

Il programma prevede:

  • giovedì 15 settembre la gara a cronometro individuale su un circuito di circa 20 km che, partendo dal quartiere Le Albere, transita per Ravina, Romagnano, raggiunge la provinciale 21 (strada della Gottarda) proseguendo per il sobborgo di Mattarello per  arrivare nuovamente al quartiere Le Albere dove è allestito il traguardo.
  • venerdì 16 settembre ci sarà la gara a cronometro a squadre su un circuito cittadino che prevede la partenza e l’arrivo presso il quartiere Le Albere.
  • sabato 17 settembre è in programma la cronoscalata individuale con partenza poco dopo l’abitato di Sardagna (al km 4 della provinciale 85 del Bondone) e arrivo a Vason.
  • domenica 18 settembre ci sarà la gara in linea Granfondo e Mediofondo che, partendo da Trento, passa per Aldeno, Cimone, Garniga Terme, prosegue in discesa verso il territorio del comune di Madruzzo, di Valle Laghi (toccando Vezzano, Lon, Ciago, Terlago) per poi rientrare sul territorio comunale passando per i sobborghi di Cadine, Sopramonte, Candriai, Sardagna e quindi giungere in zona arrivo sempre al quartiere delle Albere. I partecipanti alla Granfondo giunti in prossimità dell’abitato di Candriai risaliranno fino a Vason, sulla salita Charly Gaul, per ripetere la discesa in Val dei Laghi, quindi rientrare dallo stesso percorso fino a Candriai e scendere verso il traguardo nel capoluogo.

Per il tempo necessario allo svolgimento delle varie prove, la manifestazione prevede il divieto di transito e sosta lungo tutto il tracciato del percorso.

Gli orari di chiusura delle strade interessate variano in relazione allo svolgimento delle diverse gare e possono essere riassunti come segue:

  • giovedì 15 settembre dalle 8.45 alle 11.45 e dalle 13.45 alle 16.45: divieto di transito e sosta in corso del Lavoro e della Scienza, via Sanseverino, via Jedin, via al Desert, via del Ponte, via Stella, strada provinciale 90, strada provinciale 21 via della Gottarda, via Nazionale, via San Vincenzo, via Madonna Bianca, via Degasperi, via Jedin, via Sanseverino, via Monte Baldo, corso del Lavoro e della Scienza, via Olivetti.

▪     Criticità: la chiusura delle strade implica il blocco della circolazione negli abitati di Ravina, Romagnano, Mattarello e nella parte sud della città (via Degasperi) nelle fasce orarie indicate. È garantito il trasporto scolastico e vengono modificati i percorsi del trasporto pubblico urbano. Fuori dalle fasce orarie il traffico non subisce limitazioni sia per quanto riguarda la circolazione che il trasporto pubblico.

▪     La tangenziale sarà sempre percorribile ma non potranno essere utilizzati gli accessi e le uscite numero 1 (Mattarello), 3 (Ponte di Ravina-via Al Desert) 4 (Sanseverino- Jedin).

▪     Durante le fasce orarie di chiusura ci saranno disagi per le attività produttive e artigianali di Ravina e Mattarello e via Degasperi che non potranno essere raggiunte.

▪     Sempre dalle 8.45 alle 11.45 e dalle 13.45 alle 16.45 sarà sospeso il servizio di trasporto pubblico urbano per Ravina, Romagnano, Mattarello e per la parte della città interessata dal percorso (via Degasperi).

▪     Il Crm di Mattarello rimane chiuso nella giornata di giovedì 15 settembre.

  • venerdì 16 settembre dalle 18.30 alle 20.30: divieto di transito e sosta in via Sanseverino, via Monte Baldo, corso Lavoro e della Scienza fino in zona arrivo in via Olivetti. Il percorso della crono a squadre implica la chiusura in fascia tardo pomeridiana (18-20) di tutta la zona del quartiere delle Albere, di via Sanseverino e via Monte Baldo.

▪     Le criticità sono minime e non interessano il trasporto pubblico.

  • Sabato 17 settembre dalle 17.30 alle 20.30: il percorso della cronoscalata implica la chiusura in fascia tardo pomeridiana (18-20) della provinciale 85 (strada del Bondone) a partire da dopo l’abitato di Sardagna e fino a Vason.

▪       Le criticità sono minime e non interessano il trasporto pubblico.

  • Domenica 18 settembre Granfondo e Mediofondo.

Partenza delle varie categorie da via Sanseverino dalle ore 10 alle ore 10.45.

Percorso in direzione Sanseverino, via Jedin, provinciale 90, Ravina, Romagnano, Aldeno, Cimone, Garniga Terme, Viote, quindi uscita dal territorio comunale in direzione Madruzzo (Lasino e Calavino), Vallelaghi (Vezzano, Terlago) rientro a Cadine, salita a Sopramonte fino a Candriai, dove la gara si sdoppia.

Chi ha optato per la Mediofondo (percorso corto) scende da Sardagna, via Brescia, Piedicastello, Ponte San Lorenzo, Sanseverino e rientra in zona Albere.

Gli iscritti alla Granfondo (percorso lungo) una volta raggiunto il bivio di Candriai proseguono salendo fino a Vason, Viote quindi ridiscendono a Madruzzo (Lasino e Calavino), Vallelaghi (Vezzano, Terlago), rientrano a Cadine, risalgono nuovamente verso Sopramonte fino a Candriai per poi scendere a Sardagna e portarsi in zona arrivo da via Brescia, Piedicastello, ponte San Lorenzo, Sanseverino fino al  quartiere delle Albere.

Criticità: nella prima parte della gara interruzione della circolazione fino ad Aldeno per circa 60/90 minuti con chiusura delle uscite 3-4 della tangenziale (che però rimane sempre percorribile). Nella seconda parte della gara chiusure importanti dalle 11.30 alle 17 circa che riguardano gli abitati di Cadine, Sopramonte e Sardagna e la zona di via Brescia-Piedicastello.

▪       Per chi proviene da Riva del Garda il transito sulla statale 45 bis sarà oggetto di rallentamenti in zona Vezzano. Non sarà consentito utilizzare la bretella all’entrata e all’uscita della Galleria “Cadine” per accedere all’abitato di Cadine o per l’immissione alla rotatoria di Sopramonte-Cadine dalle 11 alle 17.

▪       Per il traffico da Trento verso Riva del Garda in prossimità della fine del viadotto sono previsti rallentamenti; non sarà possibile utilizzare la bretella, all’uscita della galleria del forte, di immissione alla rotatoria di Sopramonte-Cadine dalle ore 11 alle 17.

▪       Sospensione dal primo pomeriggio e fino alle ore 17 circa del servizio di trasporto pubblico urbano per Sopramonte, Cadine, Vigolo Baselga e Baselga del Bondone (per Sardagna rimane sempre utilizzabile la funivia).

I parcheggi in via Sanseverino e il parcheggio di via Bartali saranno chiusi al pubblico e a disposizione del Comitato organizzatore dell’evento, il primo solo nella giornata di domenica 18 settembre, il secondo dal 15 al 18 settembre.

Rimangono disponibili i parcheggi Ex Italcementi (accessibile da Lung’Adige San Nicolò vicino alla Motorizzazione utilizzando la bretella 5 della Tangenziale), Canestrini, Monte Baldo ed ex Zuffo (accessibile da via Doss Trento o dalla Rotatoria di via Berlino).

Analoghi provvedimenti saranno adottati nelle zone interessate dalle installazioni e in particolare nella zona di accredito di partenza e arrivo delle gare.

Trasporto pubblico. Durante le giornate di svolgimento dei campionati saranno adottati provvedimenti di variazione o sospensione anche delle corse del trasporto pubblico urbano ed extraurbano, secondo la programmazione di Trentino Trasporti. Tutti i provvedimenti adottati possono essere consultati sul sito di Trentino Trasporti e sulle app dedicate.

Percorsi riservati per le emergenze. In relazione ai vari percorsi delle gare la polizia locale, negli orari di chiusura delle strade, assicura attraverso la presenza del proprio personale e compatibilmente con le esigenze legate alla manifestazione, il transito e le deviazioni per raggiungere i principali luoghi di interesse pubblico (ospedali, ambulatori, residenze per anziani, uffici pubblici, ecc.). Sono stati previsti percorsi riservati e postazioni dedicate per garantire eventuali interventi di emergenza.

Per garantire la sicurezza sarà impegnato personale della polizia locale sia lungo tutto il percorso di gara  sia  nelle centrali operative di coordinamento. Nelle giornate di giovedì e domenica vi sarà l’ausilio anche di volontari dell’Associazione Nazionale Alpini.

In ogni giornata di gara è prevista la presenza in forze del personale della polizia locale. In particolare giovedì 15 saranno impiegati 60 agenti, 7 commissari e 2 funzionari. Venerdì 16 e sabato 17 saranno presenti 6 agenti, 1 commissario e un funzionario. Domenica 18 gli agenti saranno 64, i commissari 4 e i funzionari 2.

I provvedimenti di modifica della viabilità cittadina sono stati oggetto di informazione e di confronto con le associazioni di categoria e con i presidenti di Circoscrizione. La polizia locale, secondo quanto sarà indicato e calendarizzato dall’Amministrazione comunale, è disponibile a incontri sul territorio per informare  più nel dettaglio, se necessario, sulle misure e le modalità di svolgimento dell’iniziativa.

Per garantire un ulteriore strumento di contatto e di informazione per la cittadinanza, dal 12 settembre dalle 7.15 alle 18.45 sarà attivo presso la centrale operativa della polizia locale il numero telefonico dedicato 0461 889400, che affiancherà l’Ufficio relazioni con il pubblico (0461 884453 884005 – numero verde 800 017615) per rispondere alle domande di cittadini e imprese.

Foto Credits: organizzazione dei Mondiali di Trento 2022

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *