Viva Italia

Informazione libera e indipendente

A Roma la movida degenera: bomba carta contro i vigili e un accolltellato a San Lorenzo

Redazione 23 maggio 2021 17:52

Si accorcia il coprifuoco e a Roma la movida diventa un’emergenza. Nel primo week end con l’orario soglia per le chiusure portato alle 23, Roma si ritrova ad avere a che fare con il fenomeno della malamovida. Assembramenti, musica in strada, discoteche a cielo aperto e forze dell’ordine maltrattate. Ma anche violenza, con un giovane rimasto gravemente ferito a San Lorenzo. 

I controlli

Lo schema applicato dai vigili urbani è lo stesso, ormai consolidato da mesi di chiusure. Quando si formano assembramenti le piazze vanno chiuse. Questo fine settimana è successo a Piazza Bologna, San Lorenzo e Trastevere. A Campo de Fiori l’intervento che ha fatto più notizia, soprattutto per quella che è stata la reazione dei giovani.

La bomba carta contro i vigli

A piazza di Santa Caterina della Rota con la musica a tutto volume, 300 ragazzi ballavano assembrati. Un assembramento in piena regola che la normativa attuale vieta. All’arrivo delle pattuglie è però iniziato un lancio di oggetti, giunto al culmine con l’esplosione, mezz’ora dopo l’inizio dell’intervento, di una bomba carta, lanciata addosso agli agenti, intervenuti per ripristinare le condizioni di sicurezza. Per riportare la situazione alla calma si è reso necessario l’isolamento temporaneo dell’area. E’ caccia aperta ai responsabili all’identificazione dei quali si conta di arrivare anche grazie alle telecamere della zona.

Due agenti aggrediti a San Calisto

Episodio che ha acceso le polemiche dei sindacati e a messo in allerta la politica. Anche ieri un nuovo episodio ai danni della polizia locale. A Piazza San Calisto due ragazzi, invitati ad indossare la mascherina, hanno tentato di aggredire gli agenti e uno di questi, italiano di 20 anni, è stato denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. 

L’accoltellamento di San Lorenzo

A San Lorenzo un giovane è finito accoltellato al culmine di una lite per una ragazza. Più fendenti al torace e all’addome. A salvarlo tre giovani, tra cui Valerio Carocci, presidente del Cinema America. Necessario un intervento chirurgico.

Le discoteche a cielo aperto

Teatro dell’accoltellamento il playground di largo Passamonti, già in passato luogo di assembramenti e di segnalazioni da parte dei cittadini. L’area in questi giorni era strapiena di gente, per una sorta di discoteca a cielo aperto. Lo mostrano video sui social network. E quella di san Lorenzo  non è l’unica area a subire un destino simile. La chiusura delle discoteche e i concerti ancora praticamente fermi, porta in tanti ad improvvisare intrattenimenti fai da te, con il risultato del caos di questi giorni.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *