Viva Italia

Informazione libera e indipendente

A Pula l’Ussi premia i grandi campioni dello sport

Il teatro comunale Maria Carta di Pula ha ospitato l’annuale edizione dei Premi Ussi Sardegna organizzati dalla delegazione isolana dell’Unione Stampa Sportiva Italiana, presieduta da Paolo Mastino, con la collaborazione del Comune guidato da Walter Cabasino e dell’istituto alberghiero dell’omonimo centro costiero del Sud Sardegna che ha allestito, al termine dell’evento, una ricchissima degustazione di prodotti eno-gastronomici del territorio.
Nel corso della serata, dedicata al tema “Lo sport sardo contro le discriminazioni” e presentata dalle bravissime Mariangela Lampis, volto noto di Videolina, e Francesca Melis, tra le più autorevoli giovani giornaliste oggi in attività, sono stati consegnati i riconoscimenti per atleti e club isolani e nazionali che si sono distinti nel biennio 2021-2022.
Un compendio di straordinarie eccellenze di sport di prima fascia e discipline con meno risalto mediatico ma che mettono in evidenza il talento e l’impegno di tantissimi giovani che tengono alto il nome della Sardegna in Italia e nel mondo.
Tra i circa trenta premiati, il campione del mondo di Spagna ’82 Franco Selvaggi, le medaglie mondiali, europee e italiane Dalia Kaddari, Marta Maggetti, Luigi Lodde, Gino Emanuele Melis, Simone Piroddu, Giulia Saiu, Giorgia Trudu, Davide Paulis, Nicolò Cassitta, Elias Sagheddu.
Per la quinta edizione del premio intitolato all’indimenticato Davide Astori, scomparso nel 2018, momento toccante e di grande intensità con Renato, Mauro e Bruno Astori premiatori eccellenti del riconoscimento voluto dall’USSI: quest’anno il prescelto è stato Salvatore Sirigu, campione d’Europa a Wembley lo scorso anno, sardo di La Caletta e orgoglio dell’Isola tra i giganti mondiali del pallone.
A Patrick Cappai è stato conferito il premio dedicato al pugilato e a Valentino Ledda quello per l’automobilismo.
Premi anche per le giornaliste Valentina Caruso, applaudita protagonista quest’estate nella veste di presentatrice del Gran Galà della Sardegna organizzato dal Consorzio Costa Smeralda nell’ambito del sessantennale, e Greta Beccaglia, molestata in diretta tv da uno spettatore durante il servizio di fine partita.
Altri riconoscimenti al giornalista Maurizio Compagnoni, al nuotatore Corrado Sorrentino, al maestro di tennis Antonio Zucca, alla hall of famer del calcio Antonella Carta, ai registi Riccardo Milani e Giorgio Pitzianti, all’aspirante giornalista Daniele Cardia.
Ed ancora premi a sodalizi impegnati nel sociale, ad associazioni di promozione sportiva, a squadre professionistiche e semi professionistiche tra cui il Team Solidale, l’Aics, il Cagliari e la Torres calcio, la Dinamo basket Sassari, la Polisportiva Ferrini Cagliari, la Marcozzi e il Muravera per il tennistavolo e la Santu Predu Nuoro per il calcio a cinque femminile.
Sul palco per le premiazioni anche Stefano Arrica per il libro Mio papà, il padre dello scudetto, un’opera letteraria che ripercorre la vita di un pioniere dello sport in Sardegna ed un grande manager che ha scritto nella storia del calcio il proprio nome e quello del Cagliari Calcio con la vittoria dello scudetto dei Rossoblù di Gigi Riva.
Premio speciale da parte del comune di Pula per le giovani atlete di beach tennis Alessia e Martina Picci.
Tra i tantissimi ospiti di riguardo nel parterre de roi coinvolto dal direttivo Ussi, il questore di Cagliari Paolo Rossi, il prefetto aggiunto di Oristano Alberto Raimondi, il presidente del Coni Sardegna Bruno Perra, il delegato per la Pastorale dello sport dell’Arcidiocesi di Cagliari don Walter Onano, il consigliere nazionale Ussi Mario Frongia e la presidente di Giulia Giornaliste Susi Ronchi.
Oltre ai premi Ussi intitolati a Davide Astori e Joseph Vargiu, sono stati assegnati anche i riconoscimenti Mario Mossa Pirisino, Gianfranco Fara, Banco di Sardegna, Intesa Sanpaolo, Fondazione di Sardegna, Fisco Solution e Aci Sassari.
E’ stata una grande giornata di sport e di amicizia a testimonianza dell’altissimo livello raggiunto dallo sport sardo che sempre di più conquista posizioni di rilievo nella Penisola e nei campionati di livello europeo e mondiale.
Il sogno di Paolo Mastino Presidente della Stampa Sportiva Sarda?
I Premi Ussi in Costa Smeralda nell’edizione 2023, una sinergia di grande visibilità che darebbe ulteriore lustro allo sport sardo e rappresenterebbe una qualificata presenza della Sardegna migliore nella stagione smeraldina che ogni anno regala grandi eventi e serate indimenticabili a consorziati e turisti.

Fonte: news.google.com

Doroteo Cremonesi

Affascinato dal progresso, dalla tecnologia e dall'energia, amante delle automobili

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *